fbpx

Cosa fare se si riceve un messaggio simile? Prima di tutto è importante non fornire mai i dati relativi alle proprie carte di credito. Attenzione anche alle email ambigue inviate da falsi corrieri

di Nello Vicidomini

truffa sms"Paga per sbloccare il pacco", "Traccia la tua spedizione" o ancora "Segui il tuo pacco". Questi alcuni degli inviti contenuti negli sms-truffa recapitati negli ultimi giorni a migliaia di persone in Italia.

Ma è tutto falso, si tratta per l'appunto di una truffa molto pericolosa con la quale alcuni malintenzionati provano ad estorcere danaro, o peggio ancora, i dati delle carte di credito o debito, in modo da clonarle. Il messaggio è solitamente seguito da un link (già notando il sito gli utenti più attenti riescono a rendersi conto dell'inganno). Cliccandoci sopra, si aprirà una pagina in cui si richiede l'inserimento dei dati per sbloccare il pacco in giacenza. Magari addirittura andato perso, quindi si chiede un esborso extra per il recupero. La verità è che nessuna azienda di spedizione chiede dati simili tramite sms. Il metodo migliore per evitare qualsiasi tipo di problemi è quindi quello di non fornire alcun tipo di informazioni relative alle carte di credito, di non cliccare sul link e di cancellare il messaggio, bloccando il numero e segnalandolo eventualmente alla Polizia postale. Il rischio di cadere nella trappola è molto alto in questo periodo, dal momento che in molti acquistano online a causa delle restrizioni Covid-19. Aumenta quindi la pericolosità in virtù dell'alta probabilità di attendere davvero un pacco. Una truffa molto simile si è sviluppata nelle ultime settimane anche via email, con gli stessi messaggi ricevuti tramite sms, da indirizzi di posta elettronica che si spacciano per corrieri. Ovviamente nulla hanno a che vedere con le reali aziende di spedizione. In ogni caso, è consigliabile verificare l'autenticità del numero o dell'indirizzo email con una semplice ricerca sul web prima di ritrovarsi con il conto in rosso.