fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

La formazione di Esposito e Cavallaro non sa più vincere, con il ko di Vallo della Lucania che ha fatto salire a nove le giornate a secco di vittorie. Contro i pugliesi gara determinante per la corsa salvezza

di Maria Esposito

“Cosa resterà di questi anni ottanta” cantava Raf per rievocare certi momenti che non possono essere più rivissuti se non altro nella propria memoria. È quello che i tifosi molossi in questi giorni si stanno chiedendo, cosa rimarrà di questo decennio? L'autore della canzone, quasi come la città di Nocera, sembra anche chiedersi se, con ciò che rimarrà, sarà possibile riprovare in futuro le emozioni degli anni Ottanta.

Oggi si sta assistendo ad uno spettacolo poco gradito, una Nocerina che scende in campo svogliata e priva di idee. Domenica scorsa, la Gelbison ha vinto meritatamente: gli undici del duo Esposito-Cavallaro non riescono ad interpretare la gara e a studiare l’avversario con un’unica conclusione, aver portato a casa l’undicesima sconfitta stagionale. Questo andamento ha umiliato anche il presidente Paolo Maiorino che in settimana ha precisato che qualsiasi scelta fatta in questo anno e mezzo è stata sempre mossa nel rispetto della storia che questa società rappresenta. Inoltre, ha sottolineato che è l’unico responsabile delle decisioni prese chiedendo pubblicamente scusa a tutti. maiorino grumentumNel messaggio lanciato non manca il riferimento ai tecnici, affermando la sua fiducia verso gli stessi quali ottimi condottieri, per competenza e sentimenti, di questa società calcistica. Infine si è rivolto alla tifoseria chiedendo sostegno e vicinanza e di mettere da parte la rabbia per lasciar spazio allo spirito di squadra, lottando con orgoglio e passione fino a fine campionato. Ma è arrivata anche la risposta della tifoseria che, ieri, attraverso un comunicato, ha richiesto a gran voce al patron di farsi da parte consegnando il titolo. Insomma, un periodo difficile per la compagine rossonera e per i suoi tifosi. Domani al San Francesco, per la venticinquesima giornata del campionato di serie D, la Nocerina ospiterà il Team Altamura di mister Monticciolo, reduce da un notevolissimo successo contro il Taranto. Carichi e ricchi di entusiasmo, i murgiani cercheranno di tornare a casa con il bottino pieno e di intascare punti d’oro per la salvezza diretta. Rispetto ai padroni di casa, godono di una posizione in classifica abbastanza tranquilla, trentuno i punti, questo ha una valenza positiva ai fini emotivi, la minor pressione psicologica si traduce in tranquillità che associata all’esperienza di alcuni over di spicco, come Guadalupi, Gambuzza, Russo e Siclari ex di turno del match, può garantire un risultato positivo. altamura nocerina1La Nocerina deve assolutamente vincere, scartando a priori qualsiasi pronostico diverso da questo, i due punti che la separano dalla retrocessione diretta sono troppo pochi per poter fare calcoli e previsioni. I molossi devono provare a reagire, mancano nove finali, ogni passo falso è fatale, in virtù anche dei prossimi impegni. A nulla è valso il cambio modulo, la fiducia ad un calciatore piuttosto che ad un altro, non c’è più una logica e manca ovviamente la giusta tranquillità per affrontare il momento. Domani dinanzi ai propri tifosi bisogna evitare il tracollo. Unico alibi lo si può trovare dall’unico precedente che c’è stato tra le due squadre, quando, nella stagione 1993/94, la Nocerina vinse per due reti a zero sulla Team Altamura.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca