fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Dirigente rossonero per circa un ventennio, ha ricoperto la massima carica societaria dal 1980 al 1982, prendendo temporaneamente il ruolo del presidentissimo Antonio Orsini. Due anni dopo lasciò la società rossonera proprio insieme a quest’ultimo

di Nello Vicidomini

Geometra, costruttore, ma soprattutto una persona intelligente e seria, a detta dei tanti che lo hanno conosciuto. È scomparso questa mattina Guglielmo Esposito, storico presidente della Nocerina negli anni Ottanta.

Entrato in società nel 1965, è stato dirigente dei molossi fino al 1984, soprattutto come braccio destro del presidente Orsini. Poi, tra il 1980 e il 1982, fu presidente proprio al posto di Orsini che si allontanò temporaneamente dalla Nocerina. Erano gli anni di una squadra formidabile, quella che si vide sottrarre lo spareggio promozione con il Campobasso, dopo i fatti di Casarano e Barra. Alla fine, in Serie B furono promossi i molisani, al margine di una ingiusta decisione che scatenò l’inferno tra le due Nocera. Negli ultimi anni aveva smesso di seguire le sorti della Nocerina allo stadio, pur restando sempre aggiornato sull’andamento della compagine rossonera. L’Asd Nocerina 1910, in una nota, ha manifestato il proprio cordoglio per la scomparsa di Esposito, a nome del presidente Paolo Maiorino, dei dirigenti, dello staff tecnico, dei calciatori e di tutti i collaboratori.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca