fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Ottimo successo in trasferta per la squadra del tecnico Viscido che continua la striscia di risultati utili consecutivi. In Calabria presenti circa duecento tifosi, oltre al presidente Maiorino. Blindato il secondo posto alle spalle del Bari

 

di Nello Vicidomini

Termina 1-2 per i molossi la gara tra Roccella e Nocerina, valida per la nona giornata del girone I di Serie D. Allo stadio “Ninetto Muscolo” i rossoneri, accompagnati da circa duecento sostenitori e dal neo presidente Paolo Maiorino, scendono in campo con l’ormai consueto 3-5-2.

Mister Viscido non cambia l'undici titolare: Feola tra i pali; Vuolo, Caso e Salto in difesa; Pecora, Cardone e Ruggiero a centrocampo con Odierna e Festa esterni; Giorgio e Simonetti in avanti. Il tecnico dei calabresi Loiarro, che sostituisce lo squalificato Giampà, risponde con il 4-3-3, schierando Scuffia, Cordova, Strumbo, Catalano, Rondinelli, Vuletic, Voltasio, Di Cuonzo, Faella, Kargbo, Gattabria. Arbitra il sig. Gullotta di Siracusa. roccella nocerina 2Un minuto di lancette ed è subito la Nocerina a proporsi in avanti: Giorgio salta un avversario e calcia da fuori, con la sfera che esce di poco a lato. Sull’altra sponda, al 3’, è pericoloso il Roccella con un tiro che viene fuori da un batti e ribatti in area, ma Feola para senza problemi. Per i successivi quindici minuti calano i ritmi con una fase di studio da parte delle due compagine, alla ricerca dei varchi giusti. Il varco lo trova al 17’ Faella che con una progressione arriva in area e conclude a rete, trovando la miracolosa opposizione di Feola che salva il risultato. La gara non si sblocca e nessuna delle due squadre corre gravi rischi. Al 34’, però, Simonetti fa saltare gli equilibri trovando la rete del vantaggio: il bomber rossonero riceve un cross in area dalla sinistra, si libera e beffa il portiere Scuffia.roccella nocerina 3Il Roccella non si scompone e viene in avanti al 41’ con un insidioso tiro-cross di Catalano che Feola non può che sbaragliare con i pugni. Dopo un minuto di recupero, finisce la prima frazione con la Nocerina in vantaggio. La ripresa inizia subito con i rossoneri alla ricerca del raddoppio. Il gol arriva al 47’ direttamente da un calcio piazzato di Ruggiero, ormai specialista delle punizioni: il centrocampista molosso fulmina Scuffia con una splendida parabola. È 2 a 0 per la Nocerina. Nei successivi dieci minuti, rossoneri ancora in avanti per cercare di chiudere la partita: ci provano prima Giorgio con un tiro debole, poi Odierna che non sorprende Scuffia. Al 60’ Viscido sostituisce Giorgio con Cioffi, mentre tra le file del Roccella entra Tassone per Rondinelli.roccella nocerina 4Cinque minuti dopo, proprio Tassone rischia un clamoroso autogol su un calcio di punizione della Nocerina, ma per sua fortuna la palla esce in angolo. Alla mezz’ora della ripresa Vatiero rileva Festa; dall’altro lato entra Santoro per Faella. Al 78’ Voltasio cerca il gol dalla distanza ma non inquadra la porta. A sette dal termine Viscido è costretto a sostituire anche Pecora, per crampi, con De Feo. La Nocerina cerca allora di difendere il risultato schierandosi bene in campo e chiudendo gli spazi al Roccella. All’88’ c’è tempo per un'altra sostituzione tra le file dei rossoneri: Simonetti lascia il posto a Orlando. L’arbitro Gullotta concede sei minuti di recupero.roccella nocerina 1Al 92’ accorcia le distanze il Roccella con Vuletic che a pochi passi dalla porta gonfia la rete di Feola. Il gol riaccende le speranze dei calabresi, ma i molossi sono bravi a non concedere più nulla agli avversari, portando a casa un ottimo successo in trasferta. La gara termina 2 a 1 per la Nocerina che sigilla il secondo posto in classifica, a cinque lunghezze dalla capolista Bari.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca