fbpx

Conferenza stampa per il direttore tecnico dei rossoneri al termine della seduta di allenamento odierna. Nessun riferimento alle eventuali dimissioni di Iovino, con gli sviluppi che arriveranno nei prossimi giorni

di Nello Vicidomini

 

Dopo il giorno di riposo, la squadra rossonera è tornata al lavoro quest'oggi per iniziare a preparare la delicata trasferta di Castrovillari in programma domenica. Allenamento tenutosi sul sintetico di Piedimonte, in vista della manutenzione del manto erboso dello stadio “San Francesco”.

Al termine della seduta di allenamento, il direttore tecnico della Nocerina Roberto Chiancone ha rilasciato nella sala stampa del San Francesco le prime dichiarazioni dopo la partita con il Città di Messina. Argomento d'apertura è stata l'ipotesi di eventuali penalizzazioni per i molossi a causa delle vertenze giunte ieri: «Sono problematiche che non fanno parte del lato tecnico. In ogni caso daremo sempre il massimo, al di là di ciò che succederà. La squadra fa il proprio percorso. Speriamo comunque di non riceverne». La società ha inoltre comunicato di aver chiesto agli uffici preposti la documentazione per studiare la possibilità di presentare ricorso in merito alle vertenze degli ex tesserati Schettino, Dieme e Barcellona. Tornando all'esercitazione di oggi, Coulibaly non si è allenato perchè è in attesa di porsi agli esami medici per l'infortunio subito domenica, mentre Cioffi era assente per motivi personali. Riguardo Orlando, che si è allenato a parte per un piccolo risentimento, il direttore tecnico dei molossi ha detto che spera di recuperarlo insieme a Pecora. E sull'aspetto tattico della gara con il Città di Messina, Chiancone ha spiegato il cambiamento del secondo tempo: «Nella ripresa ci siamo allargati con le due punte e siamo riusciti a creare di più. Abbiamo anche difeso bene una volta in vantaggio evitando le disattenzioni viste ad Acireale». L'ex calciatore rossonero si è espresso anche sulla notizia giunta in mattinata, riguardante l'esonero del tecnico Ferraro da parte del Castrovillari, che ha affidato la panchina al secondo Bruno: «Dovremo vedere se questo nuovo allenatore cambierà l'assetto tattico. Sicuramente avranno delle motivazioni in più. Come si dice... allenatore che cambia squadra che vince. Ma noi non li sottovaluteremo, andando lì per giocare il nostro calcio. Avremo anche il contributo dei nostri tifosi rispetto alla scorsa trasferta e sicuramente avremo una marcia in più. I ragazzi devono capire che giocare per questi colori deve essere una grossa responsabilità perchè gli avversari ci affrontano sempre con voglia di batterci dato il nostro blasone».