fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Secondo indiscrezioni che trovano conferme da più parti, il reggente della società rossonera sarebbe intenzionato a lasciare l'incarico già in settimana. Il motivo? Lo scarso afflusso di pubblico allo stadio e l'assenza del supporto degli imprenditori

di Nello Vicidomini

Potrebbe rivelarsi un fulmine a ciel sereno (o quasi) la voce che circola in queste ore negli ambienti della società rossonera. Bruno Iovino sarebbe pronto a dimettersi da rappresentante legale della Nocerina.

La notizia arriva a poche ore dalla prima vittoria casalinga dei molossi contro il Città di Messina e le motivazioni della scelta potrebbero essere le stesse che hanno spinto il dirigente ai numerosi e inascoltati appelli durante i mesi scorsi. D'altro canto, la scarsa presenza dei tifosi nella partita odierna (circa 550 paganti) e la quasi totale assenza di sponsor e del supporto degli imprenditori locali, nonché di possibili acquirenti della società, potrebbero essere dei motivi più che validi. Inoltre, a breve, potrebbero arrivare altre vertenze di calciatori delle passati stagioni a cui spettano stipendi arretrati e a cui la Nocerina, nelle attuali condizioni economiche, non pare essere in grado di far fronte. Cosa succederà quindi? Già in settimana ci si aspetta che Iovino lasci l'incarico. Nuovi imprenditori rileveranno la società? Al momento ciò che ne conseguerà non è immaginabile. Si spera soltanto che venga scongiurata l'ipotesi di una eventuale scomparsa della Nocerina.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca