fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Prima partita persa in campionato per i molossi che si sono arresi soltanto a quattro minuti dal termine. Buona la prova generale dei ragazzi di mister Viscido, anche sfortunati sul palo di Orlando

di Nello Vicidomini

acireale nocerina1Termina 2-1 per i granata la gara tra Acireale e Nocerina valida per la seconda giornata del campionato di Serie D. Il tecnico rossonero Viscido si è affidato al collaudato 3-5-2: Scolavino tra i pali; Vuolo, Salto e Caso in difesa; Pecora, Coulibaly, Cardone, Odierna e Ruggiero a centrocampo; Orlando e Simonetti in avanti.

Dall'altra parte, mister Breve ha schierato i suoi con il 3-4-3, inserendo fin dall'inizio i suoi uomini più pericolosi Madonia, Savonarola, Leotta e Bellomonte. Buona presenza del pubblico di casa al Tupparello, con i tifosi rossoneri assenti per trasferta vietata. Ritmi abbastanza alti ad inizio gara. Dopo appena un minuto è Odierna a provarci con un tiro che finisci tra le mani del portiere Biondi. Poco dopo è Scolavino a salvare il risultato, mettendo miracolosamente a lato un tiro insidioso di Leotta. Al 19' arriva il gol del vantaggio dei granata: l'arbitro Zamagni concede un penalty per fallo di mano che Madonia realizza. La Nocerina cerca di reagire, sfiorando il pari prima con Ruggiero e poi con Orlando che colpisce il palo su corner. È proprio Orlando a trovare la rete del pareggio al 44' con una conclusione angolata dal limite. acireale nocerina2Ad inizio ripresa calano i ritmi e la gara diventa più scialba. Nelle poche occasioni, ci provano Savonarola da una parte e Ruggiero dall'altra senza trovare il gol del vantaggio. La stanchezza inizia a farsi sentire e i due allenatori provano a cambiare le carte in tavola: entrano De Feo e Giorgio per i molossi e Manfrè Cataldi e Manfrellotti per gli acesi. La beffa arriva a pochi giri di lancetta dal termine, con Manfrè Cataldi che all'86' è abile a trafiggere Scolavino mandando in estasi il Tupparello e portando il risultato sul 2-1. Mister Viscido inserisce anche Cioffi e Festa, ma ogni sforzo dei rossoneri risulta sterile. Nei sei minuti di recupero, la Nocerina non si arrende e sugli sviluppi di un corner ci prova Festa con un tiro che però termina alto. Finisce così, senza altre azioni pericolose, la partita tra Acireale e Nocerina. Per i molossi, sfortunati in più occasioni, la sconfitta è un risultato che va abbastanza stretto per quanto dimostrato in campo. Ora per la troupe rossonera testa al Città di Messina.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca