fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Pin It

Il match è stato vinto dai padroni di casa nell’overtime per 82 a 81.  Il coach Rossi:«Siamo stati energici e attenti ma in attacco abbiamo sprecato troppi possessi»

scafati basket bresciaBel gioco ma ancora zero punti conquistati: potrebbe riassumersi così l’inizio di campionato della Givova Basket Scafati, che quest’anno è tornata nel massimo campionato nazionale dopo 14 anni. Dopo le sconfitte contro Venezia e Olimpia Milano è arrivato anche il ko contro la Germani Brescia.

Il match di ieri al PalaLeonessa è terminato sul risultato di 82 a 81 nell’overtime: una sconfitta di misura che ancor di più restituisce l’amarezza per una partita che poteva facilmente avere un risvolto positivo. La trasferta lombarda porta con sé un dato positivo e cioè che la squadra campana si è battuta alla pari contro una vera e propria corazzata: i risultati parziali sono stati infatti di 16-16, 37-36, 55-55 e 73-73.

boom indirizzo

«E’ difficile per me oggi commentare una sconfitta arrivata su un campo ostico contro una squadra molto forte- ha dichiarato il capo allenatore Alessandro Rossi- piccolissimi dettagli non ci hanno permesso di conquistare il successo. Brescia non ha demeritato ma anche noi avremmo meritato allo stesso modo. Fa molto male anche perché abbiamo perso una quantità non giustificabile di palloni. Tranne un buco nel secondo quarto, dal punto di vista difensivo siamo sempre stati nella partita. Siamo stati energici e attenti ma in attacco abbiamo sprecato troppi possessi per poter pensare di vincere. Essendo stati così vicini alla vittoria alla fine dei tempi regolamentari nell’over time l’inerzia è andata nelle mani degli avversari; nonostante ciò siamo stati bravi a restare in partita e ad avere anche la possibilità di pareggiare alla fine ma stranamente Lamb non ha tirato da tre: scelta che onestamente fatico a commentare».
Prossimo avversaria della Givova Basket sarà la Scaligera Basket  Verona domenica prossima al PalaBarbuto di Napoli alle 18:30.

conflitti in famiglia

Pin It

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca