fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Pin It

Un gol per tempo per annientare i salentini: Dammacco dopo pochi minuti, la chiude Palmieri a metà ripresa sfruttando un errore del portiere. Ora il quinto posto è distante un solo punto. Domenica arriva il San Giorgio

dammaccoQuarto successo consecutivo, secondo in trasferta, da quando è subentrata la nuova società italo-americana. Una Nocerina cinica conquista i tre punti anche contro il Nardò.

Sul neutro di Ugento, i molossi si impongo sui salentini 2-0 nella gara valevole per la 26esima giornata del girone H di Serie D. Posta in palio importante per entrambe le squadre e umori diversi per le due squadre: ottimo momento di forma per la Nocerina desiderosa di tornare nella griglia play-off, a caccia di punti invece il Nardò per uscire dalla zona pericolosa della classifica. Cavallaro manda in campo i suoi con il solito 3-4-2-1: Venditti tra i pali; il nuovo arrivato Scrugli nel trio difendivo con Donida e Garofalo; sugli esterni Chietti e Saporito con Donnarumma e Vecchione al centro; in avanti confermati Mancino e Dammacco a supporto di De Martino. I padroni di casa di mister Manca rispondono con Petrarca, De Giorgi, Mengoli, Caputo, Trinchera, gli ex De Feo e Cristaldi, Mariano, Mancarella, Alfarano e Dorini. Pronti, via e la Nocerina passa subito in vantaggio: passano appena quattro minuti, quando Dammacco dal limite supera Petrarca con un tiro secco e preciso, al termine di una bella manovra. Il primo guizzo dei salentini è opera di Mengoli, che impegna seriamente Venditti dalla distanza. Poi fase di studio del match fino alla mezz'ora: si rivedono i molossi con Mancino che calcia però troppo debolmente tra le braccia di Petrarca. Cinque minuti dopo sfiora il raddoppio Donida di testa su corner, sfera alta di pochissimo. Il primo tempo si chiude senza altre emozioni. nocerina squadraLa ripresa si apre con i granata che premono alla caccia del pari. I primi venti minuti sono ricchi di occasioni: ci prova prima l'ex rossonero De Feo dai venti metri, poi l'altro ex Cristaldi. Entrambi trovano l'opposizione di un Venditti in grande giornata. L'estremo difensore dei molossi salva il risultato con un intervento prodigioso anche sul tentativo a botta sicura di Mariano al 22' del secondo tempo. La Nocerina si compatta e reagisce: al 28' il pressing alto degli uomini di Cavallaro porta Petrarca a pasticciare in fase di rilancio dopo un retropassaggio molto rischioso di un compagno. Ne approfitta il subentrato Palmieri che ruba palla e infila nella porta sguarnita: 2 a 0 al Comunale di Ugento. Altro spunto di Palmieri a quattro dal termine, conclusione alta di poco. Ci prova anche Cuomo, entrato poco prima, nulla da fare. L'ultima chance del Nardò sfuma sul tiro alto di Mengoli al novantesimo. Non accade più nulla. Al triplice fischio è 2-0. Continua l'ottimo periodo di forma della Nocerina dopo l'acquisto da parte della cordata italo-americana. Quattro vittorie e un pareggio nelle ultime cinque gare. Male il Nardò che sprofonda in piena zona retrocessione. Complice la sconfitta del Gravina in casa con la Casertana, i molossi si portano ora ad un solo punto dai pugliesi e quindi dai play-off, ma con la partita da recuperare contro il Brindisi. Il cammino verso i playoff è nelle mani dei rossoneri.

conflitti in famiglia

Pin It

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca