fbpx

I rossoneri vorrebbero vendicare la pesante sconfitta col Fasano. I calciatori sono tutti convocati, ma capitan Garofalo non sarà della partita

noc cerignola3La roboante sconfitta patita sei giorni fa dalla Nocerina contro il Fasano ha sancito la definitiva rottura tra tifosi e staff tecnico/societario.

La linea dettata da Maiorino non è cambiata: silenzio assoluto per tutti i tesserati e niente messaggio di scuse dopo il disastro di Alberobello. Gli ultras della curva sud, dopo aver comunicato la diserzione a tempo indeterminato dalle partite casalinghe, hanno affisso numerosi striscioni di contestazione per le strade delle due Nocera. In tutto ciò i molossi, dopo aver professato fiducia massima nel lavoro di Cavallaro, hanno preparato la gara di domani contro il Lavello che, sulla carta, dovrebbe essere un match di alta quota tra due squadre in lotta almeno per un piazzamento play off. I tesserati della Nocerina cercheranno in tutti i modi di restituire il sorriso a chi li ha seguiti e sostenuti su tutti i campi fino alla scorsa settimana, nella consapevolezza che l’imperativo è comunque quello di recuperare un briciolo di dignità, anche se con la riapertura del calciomercato molti calciatori potrebbero chiedere la cessione e approdare in altri lidi. Mister Cavallaro ha convocato tutti gli elementi della rosa, anche se capitan Garofalo è ancora alle prese con qualche noia fisica e difficilmente prenderà parte alla contesa. In difesa potrebbe essere schierato, un po’ a sorpresa, Saporito al fianco di Bruno e Cason. A centrocampo Donida ed Esposito potrebbero presidiare le corsie laterali, col rientrante Vecchione e Cuomo nel mezzo. In attacco paiono sicuri di una maglia da titolare Palmieri e Mazzeo, con Dammacco in vantaggio su Talamo per l’ultima maglia da titolare disponibile.