fbpx

Antonio Granato, personal trainer specializzato nel settore, ci presenta questo nuovo strumento che accelera attraverso impulsi elettrici l'azione di potenziamento muscolare
«“EMS” è l’acronimo di “Elettro Mio Stimolazione”: tecnicamente è l’allenamento del corpo con impulsi elettrici».

A parlare è Antonio Granato, personal trainer ed esperto nell'utilizzo di queste nuove tecnologie. «Nella vita di tutti i giorni il nostro sistema nervoso centrale invia costantemente impulsi elettrici per controllare la nostra azione muscolare, EMS difatti utilizza questo principio naturale ma in modo artificiale. I muscoli sono ulteriormente stimolati attraverso gli elettrodi nel mantenere una determinata postura o posizione e possono essere abbinati ad esercizi di vario genere. Questa ultima combinazione porta ad un ulteriore aumento della tensione per produrre risultati formativi altamente efficaci e quindi permette di avere risultati tangibili in un tempo molto breve».
- Quando non puoi usare l’EMS?
«In caso di emorragie e emofilia,in presenza di pacemaker, in gravidanza, quando si hanno gravi disturbi circolatori, presenza di ernia addominale o inguinale ,tubercolosi, malattie tumorali, arteriosclerosi in stadio avanzato, diabete mellito, gravi malattie neurologiche (epilessia, sclerosi multipla), febbre, infezioni acute batteriche o virali».
- Cosa dice la scienza dello Sport a proposito dell'allenamento EMS?ems
«Ci sono in proposito test scientifici, con risultati positivi, effettuati presso alcune università tedesche, come ad esempio l'Università di Bayreuth (2002 – 2003) e di Erlangen-Norimberga (2009), Sporthochschule tedesca di Köln (2008), così come la clinica cardiologica di Bad Oeynhausen (2010). Ma anche la prima Divisione di Riabilitazione Muscoloscheletrica, Dipartimento di Scienze della Riabilitazione e Secondo Centro di Ricerca per l'Esercizio e la Salute, il Dipartimento di Kinesiologia Biomedica, Facoltà di Scienze della Kinesiologia e della Riabilitazione, Katholieke Universiteit Leuven, Belgio (2007)».
- E quindi questa tecnologia funziona?
«Sì, l’elettrostimolazione funziona davvero ed è un metodo riconosciuto dal mondo scientifico e sportivo. Oggi l’elettrostimolazione è parte integrante dei protocolli di rieducazione e di trattamento del dolore. È una tecnica utilizzata da molti anni dai fisioterapisti rieducatori e preparatori atletici. Riepiloghiamo in breve: il lavoro con l’elettrostimolazione, sia in modo esclusivo che abbinato ad altre metodiche, rappresenta, quanto di meglio ad oggi possiamo consigliare. La rapidità del trattamento e la sensazione di benessere percepita fin dalla prima seduta, sono elementi determinanti che infondono entusiasmo e fiducia. I risultati dell’elettrostimolazione combinata all’esercizio fisico, stupiscono per efficacia oltre ogni aspettativa».