fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Pin It

L'ex Lilla, rientrato un anno fa nell'affare Osimhen col Napoli, mostra tutto il suo talento con un'ottima prestazione. Dall'inizio in campo il giovane in prova John, ma mancano ancora pedine fondamentali per completare l'organico

noc s.antonio abateTermina con la vittoria dei molossi il primo test stagionale della Nocerina contro il Sant'Antonio Abate, formazione che milita nel campionato d’Eccellenza campano. Il risultato finale ha visto i rossoneri prevalere per 5 a 1 al "Novi" di Angri.

Per scelta delle due società il match è stato diviso in una prima frazione da 30’ e una seconda da 45’. Primo tempo privo di emozioni: prevale l'equilibrio, con molti giovani impiegati dalla Nocerina, in particolare il nigeriano in prova John. Si rivede il modulo utilizzato nelle ultime gare dello scorso campionato, il 3-4-2-1. In campo dall'inizio: Al Tumi; Menichino, Rizzo, Saporito; Chietti, Vecchione, Sellitti, Gambardella; John, Gallo; Talamo. Nella ripresa mister Cavallaro cambia sei uomini, schierando calciatori più esperti: Al Tumi (Scarpati); Rizzo, Donida, Garofalo; Menichino, Vecchione, Donnarumma, Esposito; Palmieri, Talamo; Simonetti. La partita si sblocca al 10' della ripresa, con Simonetti lesto ad insaccare su assist di Talamo. Dieci minuti più tardi Iovinella atterra Palmieri. Lo stesso ex Lilla e Napoli si incarica della battuta per il raddoppio rossonero. Alla mezz'ora Simonetti sigla il bis personale su un ottimo passaggio di Esposito. Poker molosso al 40’ ancora con Palmieri che, servito da Simonetti in profondità, scavalca l’estremo difensore avversario con un pallonetto. Ottima l'intesa tra i due attaccanti. Hattrick per Simonetti poco dopo. Il bomber di Nola si fa trovare pronto ad insaccare su un traversone perfetto di Garofalo. A tempo quasi scaduto arriva il goal della bandiera per i giallorossi, ad opera di Tammaro che realizza un calcio di rigore. Previsti altri due test nei prossimi giorni contro Scafatese e San Marzano, entrambe compagini di Eccellenza.

Pin It

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca