fbpx

Prestazione non positiva per i rossoneri che all'undicesimo sono già sotto nel risultato, con la rete dell'ex Udinese. Unica occasione il tiro di Diakitè salvato sulla linea da Tommasini. Si complica il cammino verso i playoff. Mercoledì al Novi arriva il Latina

di Nello Vicidomini

afragolese noc 1Termina 1-0 per i rossoblù di Afragola la gara tra Afragolese e Nocerina tenutasi quest'oggi e valevole per la 32esima giornata del girone G di Serie D. Il derby va in scena allo stadio "Papa" di Cardito, con entrambe le squadre a caccia degli ultimi punti utili per la classifica.

Padroni di casa sicuramente più motivati, complice anche la presenza di pubblico, per allontanarsi dal Nola e quindi dalla zona retrocessione, distante una sola lunghezza. Molossi che necessitano invece di punti per assicurarsi un posto ai playoff, conteso con Formia e Muravera, rispettivamente a meno due e meno tre, dopo la vittoria dei laziali nell'anticipo. Tanti gli ex di turno nella squadra napoletana: Carrotta, Silvestro, Simonetti e il tecnico Di Costanzo. Rossoblù in campo con il 4-4-2: Pragliola tra i pali; Tommasini, Astarita, Di Girolamo e Viscovich i quattro di difesa; Carrotta, Ceparano, Costantino e Silvestro a centrocampo; Energe a supporto dell'esperto Fava in avanti. Mister Cavallaro perde per squalifica Dammacco ed è costretto a rinunciare dall'inizio anche a Donnarumma, ancora non al meglio in seguito all'infortunio riportato contro il Muravera. Torna Katseris, Talamo dal primo minuto. Stagione finita invece per i lungodegenti Cuomo e Impagliazzo. I rossoneri si affidano al collaudato 3-4-1-2: Volzone in porta; Rizzo, Morero e Donida nel trio difensivo; Petito e Vecchione al centro del campo, con Garofalo a sinistra e Fois a destra; El Bakhtaoui dietro Talamo e Diakite. Si parte ed è la Nocerina ad avere il pallino del gioco, ma la retroguardia afragolese costringe i molossi a lanci lunghi per imbeccare gli attaccanti. Al nono minuto Petito insacca di testa su cross dalla sinistra di Garofalo, l'arbitro ferma tutto per un fuorigioco segnalato dall'assistente. Passano giusto due giri di lancette e l'Afragolese trova la via del goal: uno-due Fava-Viscovich-Fava, l'ex Udinese si libera e dal limite infila Volzone con un destro secco. 1 a 0 Afragolese. La risposta della Nocerina è affidata a Donida, che di testa però non trova la porta. Padroni di casa molto determinati, Carrotta dalla distanza non inquadra lo specchio, ma è soprattutto Fava a mettere in seria difficoltà la difesa rossonera intorno alla mezz'ora. I molossi accusano il colpo psicologico dopo la rete dello svantaggio e perdono la lucidità dei primi dieci minuti. L'Afragolese gestisce bene il possesso e chiude ogni spazio. noc afragolese 5La Nocerina si rivede soltanto sul finire di tempo, quando Astarita devia in corner un tiro di Diakitè. La prima frazione si chiude senza altri sussulti, con i napoletani meritatamente avanti. La ripresa inizia sullo stesso copione dei primi quaranticinque minuti: al 48' pericoloso Energe che disorienta Donida a suon di finte e calcia a giro, palla alta sopra la traversa. Lo imita Fois al 62', pallone alto anche in questo caso. Cala l'intensità per entrambe le formazioni verso metà secondo tempo e i due allenatori ricorrono ai primi cambi. Al 75' si rifà viva la Nocerina con Talamo che, spalle alla porta, viene però magistralmente contrastato dalla difesa rossoblù. Quattro minuti dopo arriva la più ghiotta occasione per i molossi: Diakitè si smarca e calcia a botta sicura, Tommasini salva praticamente sulla linea con Pragliola battuto. A otto dal termine Di Costanzo manda in campo anche l'ex Simonetti, che rileva uno stremato Fava, sicuramente migliore in campo. In pieno recupero è ancora l'Afragolese a rendersi pericolosa: il solito Energe scatena il panico in area e trova la porta, Volzone salva ma la palla finisce tra i piedi di Percuoco che spreca il tap-in calciando a lato. Al "Papa" non accade più nulla. Brutta prestazione per la Nocerina che cade in casa dell'Afragolese grazie al goal di Fava. Risultato non scontato ma abbastanza prevedibile, nonostante sia arrivata anche la vittoria del Nola; resta quindi ancora ad un punto dalla zona retrocessione la squadra rossoblù. Per i molossi cambia poco in classifica. Negli ultimi due match gli uomini di Cavallaro dovranno però affrontare il Latina in casa (mercoledì) e la Vis Artena in esterna (domenica). Due gare molto complicate che, a questo punto, rischiano di pregiudicare davvero il cammino dei rossoneri verso i playoff, con Formia e Muravera alle calcagna.