fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Nel recupero di domani pomeriggio contro la Torres la Nocerina tornerà a calcare il manto erboso del “San Francesco” dopo l’esilio ad Angri. Potranno essere presenti mille tifosi, che occuperanno il settore distinti

San FrancescoDopo il pareggio di domenica sul campo del Lanusei, domani pomeriggio la Nocerina tornerà in campo per recuperare la sfida contro la Torres, annullata domenica scorsa causa coronavirus.

Ritmi da coppe europee per la compagine allenata da Giovanni Cavallaro, che ieri ha ripreso la preparazione probabilmente più per smaltire le fatiche del viaggio in Sardegna che per curare dettagli tecnici e tattici. Il morale è alto visto che, tutto sommato, il risultato maturato in terra sarda è positivo: un punto strappato sul campo di un avversario ostico, con voglia di rivalsa visto il bottino magro totalizzato nelle prime tre partite, giocando il secondo tempo in inferiorità numerica e con l’assenza di tre titolari “quasi” fissi come Impagliazzo, Manoni e capitan Morero. L’aspetto negativo, sul quale Cavallaro dovrà lavorare, è la sterilità del reparto offensivo: Diakite, onorato anche dalla fascia di capitano e Talamo, salito agli onori della cronaca solo per il fallo di reazione che gli è costato il cartellino rosso, non hanno mai messo in difficoltà la retroguardia del Lanusei.
lanuseiA provarci è stato il solito Dammacco, che ha mancato il bersaglio grosso in un paio di circostanze solo per questione di centimetri.
Domani, come detto, arriva la Torres, fanalino di coda del girone nonostante i proclami di vertice fatti dagli addetti ai lavori a inizio stagione. Si giocherà, dopo l’esilio di una settimana ad Angri, allo stadio “San Francesco”, la casa della Nocerina. Si giocherà, finalmente dopo oltre otto mesi di astinenza, in presenza di pubblico. NOCERINA FRANCAVILLA TIFOSIMille tifosi potranno accedere all’impianto comunale e accomodarsi nel settore distinti, dopo aver acquistato il biglietto e prenotato un posto assegnato in automatico dal sistema, seguendo scrupolosamente le normative legate al distanziamento.
In estrema sintesi: lo stadio c’è, i tifosi sono carichi, la rosa è quasi al completo, visto che Talamo sconterà la sua squalifica a partire dalla gara di domenica prossima contro il Nola. Manca solo il giudizio del campo e tutti si augurano possa portare tre punti alla Nocerina, magari da dedicare al suo meraviglioso pubblico.   

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca