fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Dal 15 ottobre parte nell’istituto cittadino un percorso intensivo che coinvolgerà tutti gli alunni e che, con l’aiuto di due insegnanti madrelingua, porterà i ragazzi a migliorare sensibilmente la loro conoscenza dell’inglese

Immaginare un mondo sostenibile e, nello stesso tempo, imparare la lingua inglese. Si basa su queste due peculiarità il progetto che sarà varato lunedì 15 ottobre nel plesso Giuseppe De Lorenzo del II Istituto comprensivo di Nocera Inferiore.

A sensibilizzare i giovani delle classi di scuola media saranno due giovani insegnanti madrelingue inglesi che parteciperanno attivamente alla didattica attraverso training e workshop in lingua. A turnazione settimanale, fino al 25 novembre, le due esperte lavoreranno in tutte le classi della scuola secondaria, un modo sostenibile per avvicinare l’offerta formativa ai requisiti richiesti dal mondo del lavoro. Ci sarà una completa interazione tra le due madrelingue e i ragazzi sino ad una comparazione tra come alcune tematiche, anche di carattere sociale, vengono affrontate in Italia e nei Paesi di provenienza delle madrelingua. Gli studenti, aiutati dai propri insegnanti, hanno preparato per lunedì 15 ottobre, giorno di arrivo delle due madrelingue (saranno ospitate dalle famiglie dei ragazzi), una festa di accoglienza. Dopo un semplice discorso di benvenuto, ovviamente in lingua inglese, saranno offerte una colazione all’italiana con caffè, cappuccino e cornetti ed una colazione all’inglese con tè, succo d’arancia e pasticcini. Tutto in clima festoso tra bandiere dei Paesi coinvolti, disegni e canti. Alla festa di benvenuto sarà presente il dirigente della scuola, Lucia Federico, le famiglie ospitanti, l’assessore Federica Fortino. Il progetto vede insieme il II Istituto Comprensivo e Aiesec Italia che con EduChange vuole contribuire a migliorare il sistema educativo italiano perseguendo gli obiettivi del Global Goal #4 delle Nazioni Unite – Istruzione di qualità – che mira a garantire un’istruzione inclusiva per tutti e promuovere opportunità di apprendimento permanente eque e di qualità.

Cerca