fbpx

All'Istituto comprensivo “Via Frignani” di Roma un albero al giorno per ogni classe piantato nel parco di ogni plesso, con la collaborazione di Legambiente e Protezione civile

Ecologia e amore per l’ambiente si acquisiscono sin da piccoli e rientrano in quel bagaglio di conoscenze (aborro l’invalso uso di competenze per la Secondaria di I Grado) e di sensibilità che sin da piccoli si dovrebbe avere.


Gli alberi sono parte essenziale della nostra vita e creano quel bello e quell’armonia paesaggistica che serve a ritemprare gli animi ed a creare gli sfondi suggestivi delle nostre fotografie.
Doppiamente apprezzabile, allora, l’impegno dei ragazzi del plesso “Nistri” e del plesso “Castel di Leva” dell’Istituto Comprensivo “Via Frignani” che ogni giorno, a partire dalla giornata dell’albero, hanno piantato un albero per classe. A donare i vari tipi di alberi è stata Legambiente e i giovani alunni, aiutati dai volontari della Protezione Civile, dal professore Johan Francesco Bilotta e dalla insegnante Raffaella Rossi, sono stati contenti di contribuire alla piantumazione e alla cura di nuovi arbusti – ai quali ogni classe ha dato un nome - nei parchi delle rispettive scuole.
- Preside Turatti, una bella manifestazione che ha appassionato i ragazzi e che ha lanciato un messaggio importante e quanto mai attuale!alberi piantati1
«Esattamente! I ragazzi si sono appassionati a con conoscere le varie tipologie di alberi e hanno ragionato coi volontari della Protezione Civile e con i loro docenti sul posto migliore per piantumare gli arbusti; appassionata, poi, la ricerca del nome da dare agli alberelli. Una manifestazione che ha avvicinato in maniera costruttiva i ragazzi al tema dell’ecologia e nella scuola da me diretta noi tutti siamo molto sensibili a questo tema essenziale per il n ostro futuro: ognuno di noi, nel proprio piccolo, può fare tanto per l’ambiente, anche con piccoli gesti come il limitare l’uso dell’auto, il venire a scuola in bici (come tanti nostri alunni e docenti fanno) e il piantare o il prendersi cura di alberelli, come fatto oggi».

conflitti in famiglia