fbpx

Una giornata per #farelucesulDiabete e permettere un accesso alle cure gratuito e più equo per tutti. Screening della glicemia e visite diabetologiche in piazza

L'appuntamento, questa mattina, è dalle 9 alle 13:30 anche in piazza Diaz a Nocera Inferiore, Corso Mazzini a Cava De’ Tirreni, Piazza Vittorio Veneto a Scafati e Bartolo Longo a Pompei.


In occasione della giornata mondiale del diabete, infatti, saranno presenti oggi in molte piazze italiane i medici di Nefrocenter-Associazione Italiana Diabete.
Forniranno informazioni sulla malattia e l’importanza di una diagnosi precoce, oltre a screening della glicemia e visite diabetologiche gratuite.
Il 14 novembre è la data scelta per questa ricorrenza in tutto il mondo e non a caso. Ricade oggi l’anniversario della nascita di Fredrick Banting, scopritore, insieme a Charles Best, dell’insulina (di cui tra l’altro, quest’anno ricorre il centenario), ancora oggi il principale strumento utile per la terapia del diabete mellito.
Questa disfunzione che colpisce circa il 6% della popolazione italiana, provoca in chi ne è affetto, iperglicemia, causata da un’inadeguata o assente secrezione insulinica in caso di diabete di tipo 1 o da una ridotta sensibilità dell’organismo a questo fondamentale ormone prodotto dal pancreas, in caso di diabete di tipo 2; che può condurre a gravi e serie complicanze se non trattata adeguatamente.
Molte negli anni sono state le innovazioni nella terapia del diabete, soprattutto con riferimento ai dispositivi tecnologici per tener sotto controllo i livelli di glucosio nel sangue e somministrare nei giusti tempi e dosaggi l’insulina necessaria; tuttavia, l’accesso alle cure non risulta ancora equo per tutti.

conflitti in famiglia


Ecco, dunque, lo scopo di questa giornata: fare luce sul diabete educando e formando operatori sanitari, insegnanti e bambini con diabete; prevenire la malattia e le sue complicanze e permettere cure adeguate a tutti, garantendo equità d’accesso a terapie gratuite e/o a costo ridotto (anche di supporto psicologico) a tutte le persone che ne sono affette.
L’ASL di Salerno, tramite la referente della Rete Diabetologica, dottoressa Paky Memoli, invita tutti i cittadini affetti da diabete o che semplicemente volessero sostenere la lotta a questa malattia, a partecipare all’iniziativa promossa anche tramite i social con #farelucesulDiabete, accendendo una luce blu alle proprie finestre (il cerchio blu è il simbolo mondiale del diabete).