fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

L'ex consigliere comunale Lello Buonfiglio esterna la sua amarezza per l'arrivo tra gli azzurri del farmacista nocerino, ma è contraddetto dal coordinatore dell'Agro D'Antuono

Si riscalda l'ambiente politico vicino a Forza Italia a Nocera Inferiore. E così, mentre il coordinatore dell'Agro Francesco D'Antuono lancia messaggi rassicuranti, l'ex consigliere comunale azzurro Lello Buonfiglio ha estrernato ai colleghi di Rtalive tutta la sua amarezza, dichiarando tra l'altro: «Forza Italia alle ultime elezioni si è presentata alternativa all’attuale amministrazione e, per quanto mi riguarda tale deve restare.

Non posso accettare che per il tramite del consigliere D’Alessio, ora sia in maggioranza. Non posso accettarlo e, non credo lo capirebbero i nocerini. Alla fine sono mesi, che l’amministrazione Torquato vive in perenne crisi, per non dire dall’inizio della consiliatura. Le dichiarazioni rilasciate negli ultimi tempi da parte di coloro che la compongono, parlano chiaro, più che un’amministrazione sembra proprio che la città di Nocera Inferiore sia governata da un’armata brancaleone».
Di diverso parere, come abbiamo scritto in apertura il coordinatore dell'Agro per Forza Italia, Francesco D'Antuono, che in una nota diramata a tutta la stampa ha invece dichiarato: «A Nocera Inferiore e in tutto l’Agro Forza Italia è per allargare. Non vogliamo punire nessuno. Anzi vogliamo favorire le personalità che vogliono entrare nel nostro partito. Saverio D’Alessio è tra queste personalità. Ha dato una mano importante al partito per la candidatura unitaria di centrodestra alla Provincia, cosa che non mi risulta che abbia fatto chi segnala errori. Adesso la partita è alla Provincia ma ribadisco anche che altri ingressi sono previsti nell’Agro. E per questo non dobbiamo chiedere il permesso a chi in genere rema contro».

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca