fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Un documento congiunto dei due gruppi prende le distanze dalla diatriba Psi-Torquato, cui chiede di riconfermare convintamente la sua collocazione nell’ambito del progetto politico di centro sinistra

Anche Pd e Campania Libera rispondono alla presa di posizione del sindaco di Nocera Inferiore, Manlio Torquato sull'abbandono della maggioranza da parte dei socialisti.

In un documento firmato da Paolo De Maio, Luigi Pepe, Giancarlo Giordano, Vincenzo Stile, Fausto de Nicola, Nello Rosati, Manuela Citarella e da Francesco Scarfo' e Gianluca Perna, il gruppo scrive: «È vero. Il sindaco ha ragione: la politica non prevede gratitudine e memoria. Siamo meravigliati dal fatto che il primo cittadino Nocerino ci tiri in ballo in una diatriba che non ci appartiene. In particolare, il Partito Democratico ha sostenuto il sindaco Torquato nei turni di ballottaggio senza entrare in amministrazione nel 2011 e 2012, ha evitato che forze politiche alternative mettessero le mani sulla città e da quelle forze oggi noi tutti continuiamo a rimanere distanti.
Non entriamo nell’alterco tra il sindaco e i socialisti. Non condividiamo né modi di comunicazione ne giudizi sommari di ambedue le parti.
Non dobbiamo dare alcuna spiegazione in quanto sono i fatti che parlano per noi. In ogni caso, possiamo ribadire con forza che siamo parte integrante di questa amministrazione, che abbiamo da sempre sostenuto con coerenza e lealtà (digerendo anche le bordate di Torquato a volte provocatorie).
La realtà racconta di un nostro impegno costante per la città. A partire dai rapporti con la filiera istituzionale, dalle sollecitazioni continue per il nostro territorio e alle risposte che iniziano ad arrivare con impegni concreti. Poi apprendiamo improvvisamente di velleità alle elezioni provinciali dove non siamo stati mai coinvolti formalmente.
Noi tutti non siamo avvezzi a partecipare a tavoli che vanno in una direzione diversa da quella dell’amministrazione; altrettanto il sindaco, ovviamente, dovrà riconfermare convintamente la sua collocazione nell’ambito del progetto politico di centro sinistra, in linea con il programma elettorale condiviso. La chiarezza qui espressa va ribadita da entrambe le parti.È un grave errore non cogliere tale coerenza e non partire dalle opportunità che ci hanno portato a una vittoria schiacciante alle scorse elezioni, che i nocerini aspettano sia confermata dai fatti, dal lavoro e dai risultati e non dalle polemiche sterili e dalle beghe di palazzo.
Qualora il sindaco dovesse per ambizione personale intraprendere strade politiche diverse da quelle attuali ne dovremo prenderne atto ed agire di conseguenza.
Al momento possiamo solo ricordare al sindaco che i patti si rispettano e che non saremo noi a rompere questa alleanza deludendo i cittadini che hanno creduto nel progetto.
Se invece l’obiettivo è diverso, noi come sempre ci metteremo la faccia per Nocera, qualcun altro abbia il coraggio di fare altrettanto».

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca