fbpx

Il coordinatore cittadino del movimento, Ciro Ferrentino, critica aspramente il sindaco di Nocera Inferiore accusandolo di immobilismo e di promesse non mantenute, e descrive una città sporca e abbandonata a se stessa

E’ decisamente aspro verso il primo cittadino e si intitola “Due anni di promesse e immobilismo: Torquato bocciato!” il comunicato inviato alla stampa da Ciro Ferrentino, coordinatore cittadino di “Italia dei Valori”.

Le critiche sono verso le condizioni di scarsa pulizia in cui verserebbe la città e verso la gestione della raccolta rifiuti. «Sono passati ormai due anni dall’insediamento dell’amministrazione comunale di Nocera Inferiore, guidata dal sindaco Manlio Torquato - si legge - Due anni di proclami, promesse e buone intenzione quasi mai tradotte in fatti, soprattutto in tema di problematiche ambientali. Tutto questo con un primo cittadino che ha saputo solo sbugiardare a più riprese l’assessore all’ambiente da lui stesso scelto, fino ad arrivarne al sollevamento dall’incarico, senza avviare comunque nessuna azione o politica volta ad un miglioramento delle condizioni di vivibilità della nostra città».

Poi arrivano quelle che potremmo definire le “foto di Nocera” così come le propone Ferrentino: «Nel frattempo  - scrive - possiamo solo “ammirare”: una città perennemente sporca ed invasa da rifiuti di ogni tipo ed escrementi animali, nonostante inutili ordinanze; una raccolta porta a porta ferma al palo, nonostante i ripetuti proclami; una raccolta differenziata ben al di sotto del 50%; assenza totale di controlli sugli sversamenti, nonostante un corso per guardie ambientali già svolto, senza che poi ci siano state investiture per il ruolo».

Le conclusioni del coordinatore cittadino di "Italia dei Valori" sono decisamente sarcastiche. E retoricamente chiede: «Quando si smetterà di brancolare nel buio? Quando sarà approntato un serio piano ambientale che permetta a quella che è la capitale dell’Agro di tornare pulita e dignitosa? Interrogativi che ormai da mesi restano senza risposta». 

Paloma Féliz