fbpx

Dall'uso del politichese alla sola gestione dell'ordinaria amministrazione il senso delle critiche. E sulla mancata approvazione del regolamento del Forum dei Giovani montano le polemiche

di Fabrizio Manfredonia

Acceso anche questa mattina il tono del dibattito nel corso del Consiglio tenutosi a Nocera Inferiore. Tra i vari punti in agenda, le linee programmatiche di mandato secondo quanto previsto dall’articolo 46 comma 3 del “Testo Unico degli Enti Locali”.

La definizione delle stesse è stata affidata al sindaco Manlio Torquato che ha illustrato, analizzando per aree tematiche, gli obiettivi dell’amministrazione. «Si tratta di un mandato di completamento - queste le parole del primo cittadino -  al fine di portare a ultimazione le questioni rimaste in sospeso nella scorsa amministrazione».

FORUM GIOVANI:
LE PROTESTE
DELL'OPPOSIZIONE

Non ci stanno le opposizioni alla mancatra approvazione del nuovo regolamento del Forum dei Giovani, e lo dichiarano con un comunicato: "Con il rinvio della delibera di approvazione del regolamento del Forum dei giovani viene decretata la bipolarità di questa amministrazione, che approva le linee programmatiche contenenti il richiamo al Forum e non approva il regolamento del Forum licenziato dalla giunta dello stesso Torquato.
Il partito democratico in evidente crisi di identità smentisce l’operato del suo sindaco, rinnegando non solo il lavoro svolto nella precedente Commissione Affari Generali, di cui all’epoca era presidente Trotta, oggi assessore, ma anche la delibera di Giunta dello stesso sindaco".

lanzetta dacunziAuspicando una collaborazione con comuni vicini, in particolare Nocera Superiore, tanti gli argomenti toccati: a partire dalle proposte sull’urbanistica basate non solo sull’edilizia ma soprattutto su gestione di spazi pubblici, alla tutela e valorizzazione di beni di interesse culturale per il territorio, come ad esempio il Castello del Parco Fienga che necessiterà di interventi di impermeabilizzazione.  
Sul profilo ambientale, il sindaco si è detto soddisfatto dei risultati ottenuti dalla raccolta differenziata, rimettendo all’attuale mandato ulteriori sforzi per migliorarne l’efficienza; ancora la questione della bonifiche e dei controlli sugli scarichi illegali, in parte già in corso, che caratterizzeranno il mandato. In tema di mobilità ci si è soffermati sul potenziamento della mobilità urbana, la riduzione del traffico in zone particolarmente congestionate, come la zona Cicalesi e la partenza del progetto sulle piste ciclabili. Su istruzione e giovani: in via di completamento il centro di aggregazione giovanile. In coda all’intervento, le politiche sociali, con gli obiettivi di censimento dei cittadini meno abbienti e la gestione della case popolari. Sul primo punto in agenda non si è fatta attendere la replica del consigliere Tonia Lanzetta che ha criticato le linee programmatiche del sindaco, lamentando una eccessiva astrattezza dei punti nonché l’uso di  "politichese” nelle dichiarazioni del primo cittadino.  Aspre le critiche dei consiglieri di minoranza D’Acunzi e Schiavo, con il primo che ha lamentato l’impossibilità di «gestire una città come Nocera in maniera mediocre, soltanto con la gestione del quotidiano, senza ambizioni». Secondo Enzo Stile, consigliere di maggioranza, tra gli obiettivi del mandato rientra l’istituzione di un osservatorio per la raccolta di dati necessari a verificare la situazione ambientale e sanitaria e l’istituzione dei cosiddetti “nasi elettronici“, onde monitorare la presenza nell’aria di sostanze pericolose per la salute. 
schiavoProposta figlia delle promesse fatte dall’amministrazione nel corso della conferenza del 26 ottobre scorso in tema di inquinamento e risanamento del fiume Sarno.  Il primo punto all’ordine del giorno è stato approvato e reso immediatamente esecutivo con 18 voti favorevoli e 5 contrari.
Nel secondo punto, relativo al piano triennale delle opere pubbliche il relatore, assessore Imma Ugolino, ha proposto di apportare modifiche al piano triennale 2017/19 senza che ci siano «variazioni che alterino gli equilibri di bilancio di finanza pubblica»,  e di aggiungere il progetto “sport e periferie” che ha in particolare ad oggetto il risanamento dello stadio comunale “San Francesco” finanziato da CONI e comune di Nocera Inferiore, nonché il progetto che vede l’acquisizione dell’area di via Canale e la realizzazione di un “parcheggio a raso” per un importo di un milione di euro.
Sul punto Vincenzo Spinelli ha ravvisato l’irregolarità sulla questione “via Canale“ per quanto riguarda le convocazioni delle commissioni consiliari di competenza, tant’è che il consigliere Lanzetta ha proposto di emendare la questione e deliberare solo sul progetto “Sport e periferie”. L’emendamento è stato approvato all’unanimità, così come la restante deliberazione emendata.
Sull’istituzione di commissioni consiliari su “statuto comunale e regolamento del consiglio”, nonché su “sanità”, si è parlato nel terzo punto all’ordine del giorno. Il sindaco ha invitato il Consiglio comunale ad una veloce creazione di queste commissioni speciali che «necessitano di adeguamento da almeno un decennio».1 generale Lo stesso D’Acunzi si è detto favorevole all’istituzione delle commissioni. In particolare quella sanitaria che, secondo il consigliere di minoranza, «è di importanza fondamentale nel dialogo con l’ASL e con le strutture sanitarie». Il punto è stato approvato all’unanimità così come l’immediata esecutività.
Sul quarto punto il relatore, assessore Mario Campitelli, ha proposto la nomina di 5 esperti in qualità di componenti della Commissione locale per il paesaggio secondo l’articolo 148 del Decreto Legislativo 42 del 2004 e gli articoli  4 e 5 del “RUEC”, ovvero il Regolamento Urbanistico Edilizio Comunale. I 5 esperti scelti sono stati Barba per i beni ambientali, Abate per la storia dell’arte, Corrado per le discipline agricolo forestali e naturalistiche, Santonicola per le  discipline storico pittoriche e arti figurative infine Orsini legislazioni e beni culturali.
Sul quinto punto ancora Campitelli sulla nomina dei componenti della commissione per l’aggiornamento degli elenchi comunali dei giudici popolari secondo l’articolo 11 della legge 287 del 1951, che deve necessariamente essere composta dal sindaco Manlio Torquato e da due consiglieri nominati dal consiglio, che sono stati individuati nelle persone di Luigi Pepe e Anna Della Porta.
Infine , si è arrivati all’ultimo punto all’ordine del giorno: l’approvazione del nuovo  regolamento del “Forum dei Giovani”, proposto da alcuni consiglieri tra cui Tonia Lanzetta. Un argomento, però, che è stato rinviato su proposta del consigliere Paolo De Maio e dell’assessore Federica Fortino, scatenando le ire dell’opposizione (vedi box).