fbpx

Il primo cittadino di Nocera Inferiore decide di intervenire nella questione che tanto appassiona ultimamente i suoi concittadini, quella delle zone a traffilo limitato, in punta di penna

di Manlio Torquato

Che il Pd di Nocera non viva tempi felici grazie ad uno stile di opposizione tanto arraffazzonato quanto assenteista (sono circa 1/3 le assenze del Consigliere Iannello ai lavori di Consiglio e delle Commissioni nel solo 2014), ce lo conferma questa sorta di competizione a sinistra innescatasi tra lui e il suo capogruppo Massimo Petrosino.

Se uno dice A, l'altro dopo poco dice B. Se uno si alza (in aula), l'altro si allontana. Ora è la questione ZTL. Petrosino interroga. E Iannello che fa? Chiede gli atti. Una sorta di tarantola dell'interrogazione mobile che in realtà non smentisce un fatto. Chiacchiere a rimorchio. E' un pò come l'opposizione del delfino dietro lo scarico della nave. L'Amministrazione fa. Iannello segue. A proposito di accesso agli atti. E' un suo diritto e quindi li avrà. Magari con un corredo. Quelli della ZTL fatta dalla sua precedente Amministrazione, quando la ZTL c'era ma, così almeno mi dicono, mancava l'omologa delle macchinette di rilevamento. E giù ricorsi contro il Comune, magari qualcuno a firma di qualche illustre Amministratore dello stesso Comune che di giorno notificava le multe!"