fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Pin It

Il gruppo consiliare raccoglie il disagio dei commercianti, privati di posti auto per i loro clienti a causa dei lavori in corso, e offre una serie di soluzioni alternative
«Il disagio lamentato dai commercianti di via Napoli merita una risposta concreta e tempestiva, anche per sanare una tardiva valutazione delle esigenze di un’area, quale quella di via Napoli che sta diventando una nuova direttrice di sviluppo economico e residenziale».

Così Nello Rosati, Vincenzo Stile e Gennaro Della Mura, componenti del gruppo consiliare di Nocera Inferiore "Nocera Coraggiosa", che offrono ai tecnici del Comune una serie di alternative per risolvere, in via temporanea, un problema che sta creando non poche difficoltà agli esercenti della zona.
«Un danno duplice se si considerano i mancati introiti derivanti dall’uso degli stalli di sosta rimossi.
La proposta di cui ci facciamo portavoce è quella di realizzare stalli di sosta nella traversa di via Napoli che, se resa a senso unico (nella direzione del Bingo) e preferibilmente privata dello spartitraffico, consentirebbe di ottenere parcheggi a raso con diverse configurazioni possibili:
Con rimozione di spartitraffico:
- a spina di pesce disposti a 30° su un lato e a disposizione longitudinale sull’altro, per un numero di posti totale di circa 30 (senza spostare anche i pali della pubblica illuminazione);
- a spina di pesce disposti a 30° su entrambi i lati (spostando i pali della pubblica illuminazione) per un numero di posti totale di circa 40lavori via napoli2
- a disposizione longitudinale su entrambi i lati per un numero di posti totale di circa 24:
Senza rimozione di aiuola spartitraffico:
- a disposizione longitudinale su un unico lato per un numero di posti totale di circa 12;
Consapevoli che le proposte descritte richiedono valutazioni e opere, si chiede con sollecitudine di analizzarne la fattibilità e di attuare nel breve periodo quella meno laboriosa, ossia quella che non prevede la rimozione dell’aiuola spartitraffico, che anche se non sostanzialmente risolutiva, potrebbe consentire di dare un primo “sollievo” ai commercianti della zona di via Napoli».

conflitti in famiglia

Pin It

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca