fbpx

A sostenerlo il gruppo consiliare Nocera Coraggiosa: «Ci ritroviamo un ospedale con tante ristrutturazioni che deve però necessariamente aumentare il personale specializzato»
«Ci vuole, nel reclutamento del personale, un grande cambio di marcia». Così sostiene il gruppo consiliare Nocera Coraggiosa, composto da Vincenzo Stile, Nello Rosati e Gennaro Della Mura sulla situazione del personale dell'Umberto I di Nocera Inferiore.

«Farebbe - continuano i tre che paragonano la situazione attuale al possedere 20 Ferrari ma solo 10 piloti - la differenza per il nostro territorio e ci consentirebbe di avere un ospedale di eccellenza a livello nazionale. Il DEA di secondo livello ci porterà tantissimi vantaggi per rafforzare l’eccellenze già a disposizione.
La struttura ospedaliera sede di DEA di II livello esegue tutti gli interventi previsti nell’ospedale sede di DEA di I livello ed è sede di discipline di riferimento per le reti delle patologie complesse. Bisogna promuovere bandi a tempo indeterminato, prospettiva di vita sicura e stabile per i professionisti della sanità, e richiamare così nel nostro territorio i medici specializzati ad hoc per tali attività. Essi saranno i piloti della nostra “officina Ferrari per la salute pubblica”, in modo da rendere possibile, qui e non altrove, di essere attrattivi per Nocera e dintorni, e assicurare al nostro territorio un sistema sanitario funzionale e di eccellenza per tutti, con un avvenire certo è definito sia per il personale che per i cittadini».