fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Pin It

Il nuovo testo che regola la circolazione, in sostituzione delle vecchie previsioni, ammette l’uso di tutti i tipi di scarpe al volante, purché il guidatore usi la massima attenzione

di Rosa Soldani

Guidare con i sandali, con i tacchi o addirittura scalzi è sinonimo, per il guidatore ligio alla norma, di infrazione al codice della strada. D’altra parte indossare calzature non bene assicurate al piede o che creino disagio nella percezione dei pedali di guida può essere pericoloso per l’incolumità del conducente e degli utenti della strada.

Tuttavia la regola che bandisce l’uso di queste calzature per i guidatori, benché sia diffusa la convinzione della sua validità ed efficacia, in realtà è ormai superata. Nel nuovo codice della strada, infatti, non esiste nessun esplicito riferimento al divieto di utilizzare sandali, tacchi o calzature simili; il legislatore, alla luce delle nuove tecnologie meccaniche che prevedono sistemi di frenata e di controllo dei veicoli all’avanguardia, ha semplicemente disposto che il guidatore si assicuri di conservare il controllo del proprio veicolo e che sia in grado di compiere tutte le manovre necessarie a garantire la tempestiva frenata del mezzo. Questo vuol dire che l’ansia di portare con sé le scarpe per guidare, quelle basse e chiuse, non ha più ragion d’essere, almeno giuridicamente. Anche se dovesse capitare di essere fermati per normali controlli, non potranno essere elevate contravvenzioni a chi dovesse calzare zoccoli, tacchi,infradito o non portare affatto scarpe. Anche nel malaugurato caso di incidente, l’uso di un certo tipo di calzature non può essere contestato dalle assicurazione ai fini del risarcimento dei danni, a meno che, in entrambi i casi, non venga dimostrato il nesso di causalità tra l’incidente e la mancanza di condizioni di sicurezza dovuta a scarpe inadatte alla guida. Vero è anche che l’assenza di sanzioni non esime gli automobilisti dalla normale prudenza, sempre necessaria alla guida : perciò, nonostante le nuove norme, saggezza vuole che se si hanno tacchi troppo alti o se c’è il rischio che i sandali scivolino dal piede, è sempre bene ricorrere al vecchio e sano metodo delle scarpette comode di riserva riposte sotto il sedile.

Pin It

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca