fbpx

di Gabriella Taddeo

 

Un gruppo di progettazione del Consiglio Nazionale delle ricerche con il coordinamento scientifico di Maria Grazia Dondi del Dipartimento di fisica dell’Università di Genova e di Davide Cassi dell’Università di Parma,  propone al parco urbano ex Salid, presso la vecchia fornace,  dal 17 novembre al 15 dicembre 2013 l’esposizione a carattere scientifico denominata “Semplice e complesso”.

 

La tematica, che è evidente già dal titolo, affronta la questione del caos. Una tematica dunque alquanto articolata e complessa. Il progetto Miur che è stato sviluppato si prefigge lo scopo di diffondere il più possibile la cultura scientifica, ed in particolare di avvicinare le generazioni ultime ma anche gli adulti non addetti ai lavori al mondo affascinante della scienza.

L’orario delle visite per i fruitori interessati e’ dalle 9.00 alle 16.00 nei giorni feriali, ma varia per i festivi dalle 10.00 alle 17.00. L’ingresso è completamente gratuito.

Le visite guidate hanno una durata media di novanta minuti e partono in loco ad intervalli regolari di circa ogni mezz’ora. Sono rivolte alle scuole di ogni ordine e grado ma anche gruppi di visitatori possono accedere alla visita guidata.

La prenotazione è in ogni caso obbligatoria.

Il comitato organizzatore locale è costituito dall’assessore alla pubblica istruzione del comune di Salerno, Eva Avossa, e da Vincenzo Di Marino del Dipartimento di fisica “Caianello”, dell’Università di Salerno:

Responsabile del comitato è Ileana Rabbuffo del medesimo Dipartimento di fisica.

Gli acquerelli della raccolta “Fantasticando” sono stati eseguiti da Sergio Fedriani. Il video relativo ai frattali nasce da una idea di Ugo Valbusa dell’Università di Genova.

L’esperimento è piacevolissimo, trattandosi alla fine di una interessante interazione tra istituzioni scientifiche che cerca di rendere alla portata di tutti tematiche ostiche e complesse.