fbpx

Successo per il primo appuntamento della rassegna nocerina di musica jazz al chiostro di Sant’Antonio. Stasera si continua con il pianista Franco D’Andrea al Palazzo Fienga

Inaugurata ieri sera al Chiostro di Sant’Antonio la rassegna musicale “Jazz in Parco”. 
Dopo un primo rallentamento imprevisto (annullato infatti, per questioni di sicurezza, il concerto itinerante del “Sax Maniacs Quintet” atteso nel pomeriggio per le strade cittadine), il Pietro Condorelli trio ha quindi aperto il festival nella serata di ieri. Chitarrista jazz, milanese di nascita e casertano d’adozione, Pietro Condorelli è un musicista attivo sulla scena internazionale da più di 40 anni. Ad esibirsi con lui sul palco: Emiliano De Luca al contrabbasso e Claudio Borrelli alla batteria.
Condorelli ha presentato brani tratti dalla propria vasta discografia ed inediti che saranno inclusi in un album del trio di prossima uscita. Inatteso, ma sorprendente, il brano fuori programma con la direttrice artistica del festival Ondina Sannino, che ha prestato la sua voce, esibendosi nel brano “East of the sun and west of the moon”, accompagnata dal trio musicale.
Tributati ad apertura del festival, applausi al suo cofondatore Elia Pirollo, cui lo stesso Condorelli dedica un commosso ricordo. Presenti in prima fila, la moglie Anna ed i figli Chiara ed Alessandro. Tutte piene le sedute messe a disposizione nel chiostro del convento. Le serate sono infatti tutte andate sold-out in circa 48 ore. 
La rassegna proseguirà stasera al Palazzo Fienga per un’altra serata all’insegna della musica e non solo (previste visite guidate gratuite al sito del castello, unico turno alle 19:30, prenotazione disgiunta necessaria). Appuntamento con il pianista Franco D’Andrea, anche lui in trio, accompagnato dal chitarrista Enrico Terragnoli e alla tromba Mirko Cislino. In caso di pioggia il concerto si terrà al Teatro Diana. Obbligatorio, come per tutte le serate, il green pass.

foto di Valentina Milite ©