fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

SimonaTortora

  • Parte ufficialmente la rassegna “L’Essere e L’Umano” di Artenauta Teatro e Simona Tortora con il primo spettacolo per la regia di Elisa Canessa

    di Fabrizio Manfredonia (foto Gabriella Davolio)

    “Immagina che ti resti soltanto un minuto da vivere. Che fai?” Parte da questa semplice (si fa per dire) premessa, lo spettacolo “Ad esempio questo cielo” di Elisa Canessa prodotto dalla “Compagnia Dimitri/Canessa” e Theaterwerkstatt Glais 5 con il sostegno della fondazione culturale del Canton Turgovia, dipartimento culturale città di Frauenfeld e Kuturpool Regio, cui spetta il compito di inaugurare la rassegna numero sei de “L’Essere e L”Umano”, un percorso disegnato da  Simona Tortora e Artenauta Teatro con l’organizzazione di Giuseppe Citarella in collaborazione con il “Teatro Pubblico Campano”, il patrocinio del comune di Nocera Inferiore e che quest’anno consterà di sette tappe da venerdì 31 gennaio a venerdì 29 maggio.

  • Da un’idea dell'attrice e regista di Nocera Inferiore Simona Tortora, l’iniziativa, o meglio «l’azione gentile» che promuove il racconto personale attraverso parole e foto
    di Fabrizio Manfredonia
    Simona TortoraNon si ferma la macchina creativa della regista nocerina di Artenauta Teatro Simona Tortora, nonostante la quarantena forzata o, forse, proprio grazie a questa.

  • Da gennaio a maggio 2020, spazio alla sesta edizione del ciclo di esibizioni a cura di Simona Tortora: sette spettacoli che promettono emozioni e riflessioni

    di Fabrizio Manfredonia

    Sembra ieri ma è già il sesto anno della rassegna. Un contenitore di emozioni cresciuto nel tempo e che ormai cammina sulle proprie gambe senza bisogno di grosse presentazioni. “L’essere e l’umano” è un viaggio che quest’anno consterà di sette tappe: pezzi di un puzzle emozionale che accompagneranno lo spettatore da gennaio a maggio rendendolo partecipe e mai passivo davanti a quello che accade sulla scena.