fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

ospedale

  • Con i quasi quattordicimila euro dell’iniziativa di beneficenza di Natale, il tifo organizzato della Curva sud ha donato all’ospedale di Nocera Inferiore una risorsa in più per continuare a salvare neonati prematuri

    di Redazione

    In un periodo di notizie scoraggianti e di sofferenza generale, arriva finalmente una buona notizia per la comunità nocerina. E arriva proprio all’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore, negli ultimi giorni al centro del ciclone per l’alto numero di sanitari e pazienti contagiati da Covid-19 in diversi reparti. Questa mattina infatti è giunto al reparto di Terapia Intensiva Neonatale, direttamente dalla Germania, un particolare respiratore acquistato con la raccolta fondi degli ultras della Curva sud Nuvkrinum.

  • Una misura precauzionale per impedire contatti tra eventuali contagiati da Covid-19 e altri pazienti nei Pronto soccorso negli ospedali Dea di secondo livello. Montate anche a Sarno

    di Redazione

    Allestite dalla Protezione Civile le tende pre-triage in prossimità dei Pronto soccorso degli ospedali Umberto I di Nocera Inferiore e Martiri di Villa Malta di Sarno. Le tende, come da protocollo, hanno lo scopo di evitare il contatto di potenziali pazienti affetti da Coronavirus con il normale triage degli ospedali, evitando quindi un percorso comune all’interno dei Pronto soccorso.

  • Secondo ipotesi accreditate anche dal sindaco Manlio Torquato, potrebbe essere una delle persone che ha contratto il virus all'interno dell'ospedale cittadino Umberto I
    l'ospedale Umberto I a Nocera InferioreNocera piange un'altra vittima per il Covid19. Si tratta di Antonio Comitino, titolare dell’azienda Starpur e molto noto nell’Agro Nocerino sarnese, dove aveva guidato anche il Coifim, il consorzio degli industriali di Fosso imperatore.

  • Il sindaco della città capofila dell’Agro: “Le condizioni dell’uomo non destano preoccupazione, abbiate comportamenti responsabili e non uscite di casa”

    di Redazione

    Primo caso positivo al Covid-19 di un cittadino nocerino all’ospedale Umberto I. Si tratta di un 48enne di Nocera Inferiore, le cui condizioni non destano eccessiva preoccupazione.

  • A darne notizia è stata la Federazione Nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche (Fnopi). Una settimana fa un’altra si era tolta la vita a Venezia

    di Maria Esposito

    infermierasuicida2

    L’adattamento ad un nuovo stile e le norme da rispettare sono le richieste insistenti del nostro Governo per contrastare la diffusione del Coronavirus. Disposizioni che a livello psico-sociale stanno trovando non poche complicanze. Si registrano elevati livelli di stress che interferiscono pericolosamente sull’organismo. Ed è quello che è accaduto in provincia di Milano dove una giovane infermiera si è tolta la vita. Daniela Trezzi (in foto), 34 anni, lavorava nel reparto di Terapia intensiva all'ospedale San Gerardo (Monza), uno dei maggiori fronti italiani della pandemia, è stata trovata priva di vita nella sua abitazione. Una morte avvolta nel giallo e non riconducibile al contagio da coronavirus.

  • La signora Caterina era stata ricoverata al Ruggi d'Aragona per una brutta caduta. Operata dall'equipe del dottor De Cicco è tornata a casa senza bisogno di terapia di recupero

    Era accidentalmente caduta e i familiari erano molto in pena quando l’hanno portata al pronto soccorso del Plesso Ruggi d’Aragona di Salerno. Frattura scomposta del femore è stata la diagnosi per la signora Caterina, una nonnina di 104 anni.

  • di Redazione



    Per ragioni di sicurezza, la Polizia di Stato ha reso noto che il servizio di trasporto metropolitano per lo stadio Arechi in occasione dell’incontro di calcio Salernitana-Benevento del 16 settembre alle ore 21.00 osserverà i seguenti orari:
    -da Salerno direzione stadio Arechi: chiusura fermata Arechi dalle ore 18.00 alle ore 23.30, ultima fermata utile Arbostella;
    -da Stadio Arechi direzione Salerno: chiusura fermata Arechi dalle ore 18.00 alle ore 23.30.