fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Decreto

  • Fino a 25mila euro di prestito automatico garantito dallo Stato per autonomi, negozianti, professionisti e piccole imprese. Rafforzata la norma "antiscalata" alle aziende
    Il premier Giuseppe ConteUn anticipo del cosiddetto "decreto di aprile" quello varato ieri dal Governo Conte, con lo scopo di permettere immediata liquidità a imporese e professionisti per dare loro la forza del "colpo di reni" che permetterà l'avvio della ripresa alla fine dell'epidemia.

  • Il presidente del Consiglio dei Ministri: «Anticipiamo 4 miliardi e 300 milioni ai comuni; un decreto della Protezione Civile aggiunge ulteriori 400 milioni col vincolo di usare i soldi solo per aiutare chi non può acquistare beni di prima necessità»

    redazione

    presidente conte decreto«Rivolgo il più accorato pensiero dal Governo e da tutti gli italiani alle vittime del Coronavirus e ai loro familiari. Il dato di oggi sul numero dei guariti (1434) ci fa essere leggermente ottimisti; ci manteniamo, tuttavia, vigili e attenti. In settimana incontreremo il comitato tecnico scientifico per un confronto che ci permetterà di valutare le prossime decisioni, in base alle loro raccomandazioni».

  • Il premier Conte aveva annunciato un blocco praticamente totale del paese. Dall’allegato 1 del decreto firmato in serata risulta un grosso numero di negozi che potranno alzare la serranda. Penalizzati principalmente bar, pub e ristoranti

    redazione

    presidente conte decretoDalle parole ai fatti sembra essere cambiato tutto. Nel discorso delle ore 21:45 il premier Conte aveva annunciato un blocco praticamente totale dell’Italia, fatta eccezione per negozi di generi alimentari, farmacie e parafarmacie.

  • Niente restrizioni per alimentari e alcuni artigiani (idraulica ed elettricità), funzioneranno poste, banche e assicurazioni. Si attende la lista definitiva delle attività "salve"
    Il premier Giuseppe ConteNuova stretta del Governo nel tentativo di frenare la circolazione dei cittadini e, conseguentemente, la diffusione del Coronavirus. Circolano da stamane elenchi parziali delle attività commerciali e produttive che resteranno aperte, mentre l'elenco completo è ancora in corso di definizione.