fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Coronavirus

  • Consegnati i voucher per accaparrarsi i beni di prima necessità nella maggior parte del territorio. Un nuovo caso di Coronavirus a Cava e Angri, nessuno a Fisciano, Mercato San Severino, Sant’Egidio e San Valentino Torio. 8 guariti in giornata

    ultime notizieIn una giornata caratterizzata dai controlli delle truppe dell’Esercito sul territorio dell’Agro e dalla distribuzione dei buoni spesa da parte dei vari sindaci, il numero dei nuovi positivi al Covid 19 resta, tutto sommato, in linea coi giorni precedenti.

  • La donna, il cui tampone era risultato positivo, è stata condotta questa mattina all’ospedale di Scafati per esami diagnostici di controllo

    scafati ospedale

    Nella tarda mattinata di oggi la figlia degli anziani coniugi  di via Atzori, deceduti nelle scorse settimane, è stata trasportata all’ospedale “Scarlato” di Scafati per esami strumentali di controllo. La donna, già risultata positiva al tampone, era in quarantena domiciliare controllata ed è stata condotta nella struttura dedicata ai pazienti da Coronavirus su indicazione del suo medico curante. 

  • Il Governatore della regione Campania: «Attendiamo anche oltre 340 mila protezioni cosiddette chirurgiche. Priorità a personale medico, ospedaliero e del 118»

    redazione

    Mascherina FFP2Non si ferma il proliferarsi dei contagi da Covid 19 in Campania. Stando ai dati forniti ieri sera sarebbero 400 i contagiati, di cui ben 9 deceduti e 28 guariti.

  • Il presidente della regione: «Situazione preoccupante in alcune realtà della provincia di Napoli, chiedo controlli più rigidi e comportamenti responsabili alla cittadinanza»

    de luca vincenzo 2020 2Prosegue, anche se a ritmo decisamente più basso, il diffondersi del Coronavirus in Campania. Dopo alcuni giorni di ottimismo, il dato registrato ieri non fa ben sperare; su 1324 tamponi analizzati ne sono risultati positivi 99, a dispetto dei 66 sui 1322 test di domenica.

  • Tre nuovi casi a Nocera Inferiore, uno a Sarno ed Angri, zero a Cava, Scafati e Sant’Egidio del Monte Albino. Cresce il numero dei guariti

    ultime notizieBilancio di giornata più che positivo in Campania dove, stando ai dati forniti alle ore 17 dall’Unità di Crisi Regionale, il numero dei guariti da Covid 19 (244) supera, finalmente, quello dei deceduti(227). Situazione in via di miglioramento anche nell’Agro Nocerino-Sarnese e nei paesi limitrofi.

  • Il presidente De Luca: «Riteniamo che ci sia una ragionevole ripresa dopo il 3 maggio; il lavoro deve ripartire in pieno, senza preoccupazioni. Previsto un incontro anche con gli imprenditori balneari»

    CV lavori ediliziaSlitterà ai primi di maggio la riapertura delle attività edili in Campania. Lo comunica Vincenzo De Luca, nell’auspicio che tutto ciò che è legato alle costruzioni possa ripartire in pieno, senza preoccupazioni.
    Nella nota che segue il presidente della Regione spiega nel dettaglio i motivi del procrastinarsi della ripresa dei cantieri edili, con la volontà di definire, nel frattempo, tutte le precauzioni sanitarie del caso.
    de luca 2020 1In relazione alle attività edili, abbiamo verificato con attenzione il calendario. È evidente che, per ragioni organizzative delle imprese, i cantieri potrebbero aprire non prima del 20 aprile, ma dovrebbero chiudere dopo pochi giorni, per il fine settimana del 25/26. Per la settimana successiva, sarebbe possibile l’attività da lunedì 27 a giovedì 30. Insomma, ci sarebbero solo pochi giorni utili per una attività comunque a singhiozzo. Riteniamo allora che sia ragionevole una ripresa subito dopo il 3 maggio.
    Intendiamo utilizzare questi giorni per un incontro operativo con l’Associazione dei costruttori, per definire con la task force della Regione, tutte le procedure di tutela sanitaria del personale, per le quali si darà tutto l’aiuto necessario. Possiamo utilizzare questo breve periodo per far sì che l’attività lavorativa possa partire in pieno, senza ulteriori preoccupazioni, e senza dover magari richiudere il cantiere per la presenza di personale contagiato. Siamo sicuri che queste valutazioni possano trovare la comprensione e la condivisione del mondo imprenditoriale. Dobbiamo ripartire pienamente ma senza poi fermarci per strada.
    Sarà inoltre programmato un analogo incontro con gli imprenditori balneari
    ”.     

  • A comunicarlo è il sindaco Manlio Torquato sul suo profilo Facebook. Positivo, invece, un dipendente braciglianese dell'ospedale Umberto I, dove è ricoverato nel reparto di malattie infettive 

    redazione

    nocera inferiore201828Sono risultati negativi i tamponi eseguiti ai familiari del 48enne di Nocera Inferiore, attualmente ricoverato al Cotugno di Napoli. A darne notizia è il sindaco della città capofila dell’Agro Manlio Torquato: «APPRENDO CON SOLLIEVO che sono risultati NEGATIVI i tamponi di familiari del caso covid-positivo di Nocera.
    Ma c'e' ancora da #resistere ed essere #prudenti.
    NON ABBASSIAMO LA GUARDIA».

  • Elevato il numero di contagiati in provincia di Napoli (358). Seguono Caserta (94), Salerno (92) e Avellino (88). Solo 8, invece, a Benevento e provincia

    redazione

    regione campania santa luciaL'Unità di Crisi della Regione Campania comunica che in nottata sono stati esaminati, presso l'ospedale Ruggi d'Aragona 73 tamponi, di cui 11 risultati positivi e per i quali si attende, come di consueto, la conferma ufficiale da parte dell'Istituto Superiore di Sanità.

  • Il sindaco della città di San Giovanni, Cosimo Ferraioli, consentirà ad un solo membro per famiglia di recarsi negli esercizi commerciali in giorni stabiliti. Controlli serrati nel comune metelliano

    redazione

    ferraioli angriLa grave situazione nella quale verte il nostro paese a causa del rapido diffondersi del Coronavirus che, ad oggi, ha causato ben 29 vittime nella sola regione Campania, induce le autorità politiche e militari a drastici provvedimenti. Il sindaco di Angri Cosimo Ferraioli ha disposto l’accesso per gli acquisti presso gli esercizi commerciali aperti, ad una sola persona per famiglia, seguendo una turnazione alfabetica fissa: dalla A alla B il lunedì, dalla C alla D il martedì, dalla E alla K il mercoledì, dalla L alla O il giovedì, dalla P alla R il venerdì, dalla S alla Z il sabato.
    carabinieri cavaA Cava de’Tirreni nel pomeriggio di ieri i carabinieri hanno disposto la chiusura di un sexy shop, ancora aperto in violazione dei decreti ministeriali e regionali. Questa mattina controlli a tappeto su tutto il territorio comunale, che hanno portato a ben sei denunce a piede libero all’autorità giudiziaria.

  • Edmondo Cirielli con Giorgia MeloniAvrebbero avuto un improvviso peggioramento le condizioni di salute dell'onorevole Edmondo Cirielli.

  • Il Governatore, con due ordinanze emesse oggi, proibisce in modo assoluto l'allontanarsi dalla propria abitazione tranne rare eccezioni e blocca alcuni servizi sanitari
    Il Governatore della Campania Vincenzo De LucaL'ha detto e l'ha fatto: nessuno può uscire da casa fino al 25 marzo. Il Governatore della Campania Vincenzo De Luca, con due ordinanze, la 15 e la 16, obbliga i campani a rimanere in casa fino al 25 marzo.

  • Fino a 25mila euro di prestito automatico garantito dallo Stato per autonomi, negozianti, professionisti e piccole imprese. Rafforzata la norma "antiscalata" alle aziende
    Il premier Giuseppe ConteUn anticipo del cosiddetto "decreto di aprile" quello varato ieri dal Governo Conte, con lo scopo di permettere immediata liquidità a imporese e professionisti per dare loro la forza del "colpo di reni" che permetterà l'avvio della ripresa alla fine dell'epidemia.

  • Il presidente della Regione: «Si trasmette irresponsabilmente l’idea che l’epidemia è alle spalle. Si rischia di provocare una impennata del contagio»

    de luca vincenzo 2020 2Nel pomeriggio di oggi una circolare del Viminale aveva aperto alla passeggiata genitore-figlio, purchè in prossimità della propria abitazione evitando, ovviamente gli assembramenti.

  • Il Governatore fa il punto della situazione e conferma di avere fatto in modo che la regione non abbia problemi di posti letto al momento di picco dell'epidemia

  • Il Governatore della Campania, tramite un avviso apparso sul sito della regione, ha invitato i sindaci a non porre regole per recarsi nelle attività regolarmente aperte, al fine di evitare assembramenti

    redazione

    de luca vincenzo 2020 3Il Governatore della Campania Vincenzo De Luca, attraverso una nota pubblicata sul sito della regione, ha invitato tutti i Comuni a “non introdurre limitazioni agli orari di apertura degli esercizi commerciali di vendita al dettaglio, di alimenti e di altri beni di prima necessità, all’interno dei territori di competenza e, ove introdotti, a revocare vincoli o limiti agli orari, al fine di garantire ai cittadini di accedere con continuità ai detti servizi essenziali e di evitare assembramenti e file nei pressi e all’interno degli esercizi medesimi”.

  • Arrivano i controlli di massa: prima i sintomatici, poi fasce particolari come anziani, persone a contatto con l'utenza, infine tutti quelli che non presentano sintomi della malattia
    Il governatore della Campania Vincenzo De LucaÈ in corso di definizione, in queste ore, un piano regionale per lo screening di massa sui cittadini campani. Lo annuncia il Governatore della Campania Vincenzo De Luca

  • Il Governatore della regione Campania questa mattina si è recato nella struttura ospedaliera di Napoli per controllare personalmente lo stato di avanzamento dei lavori: «10 unità in terapia intensiva, 20 in sub intensiva e 40 per la degenza ordinaria»

    redazione

    de luca lavoriDalle parole ai fatti. Questa mattina il Governatore della regione Campania Vincenzo De Luca si è recato in visita all’ospedale Loreto Mare di Napoli, per controllare lo stato di avanzamento dei lavori, che permetteranno di avere al servizio della rete sanitaria regionale altri 70 posti di degenza, al fine di sostenere l’aumento di casi di Covid 19, soprattutto visto il picco previsto per metà aprile.

  • La delibera del presidente della regione Campania, sulla scorta del DPCM del 4 marzo, avrà valenza fino al 15 marzo

    redazione

    discoDopo la chiusura delle scuole e la sospensione di tutte le manifestazioni, eventi e spettacoli di qualsiasi natura sull’intero territorio nazionale, previste dal DPCM del 4 marzo 2020, il presidente della regione Campania Vincenzo De Luca ha deliberato, in data odierna, la sospensione immediata e fino al 15 marzo, delle discoteche e di ogni altro luogo di svago o divertimento la cui frequentazione, per le modalità di ritrovo, comporti assembramento degli utenti e, comunque, non consenta che il servizio sia espletato per i soli posti a sedere e con il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

  • Il Presidente della regione Campania ha lanciato il suo grido d’allarme attraverso una missiva al Presidente del Consiglio, al Ministro della Salute, al Ministro degli Affari Regionali e al Ministro per il Sud

    redazione

    de luca vincenzo 2020 2Prosegue senza sosta il lavoro e, soprattutto, la preoccupazione di Vincenzo De Luca, al fine di evitare che il Covid 19 possa proliferare eccessivamente sul territorio regionale e di tutto il sud, alle prese con i noti problemi di strutture ospedaliere a rischio collasso. Ecco perché in mattinata il Governatore della Campania ha inviato una lettera al premier Conte, al Ministro della Salute, al Ministro degli Affari Regionali e al Ministro per il Sud per esporre lanciare, in maniera inequivocabile, il suo grido d’allarme per un’emergenza sanitaria che rischia di precipitare da un momento all’altro. Di seguito il testo della missiva:
    La comunicazione di questi ultimi giorni relativa alla epidemia è gravemente fuorviante. Il richiamo a numeri più contenuti di contagio al Nord, rischia di cancellare del tutto il fatto che non solo la crisi non è in via di soluzione, ma che al Sud sta per esplodere in maniera drammatica.
    I prossimi dieci giorni saranno da noi un inferno. Siamo alla vigilia di una espansione gravissima del contagio, al limite della sostenibilità. La prospettiva, ormai reale, è quella di aggiungere alla tragedia della Lombardia quella del Sud.
    Per noi è questione di ore, non di giorni.
    Abbiamo fatto con migliaia di operatori, sforzi giganteschi per poter reggere. Ma non si può scavare nella roccia con le mani nude.
    Dobbiamo registrare il fatto che dal punto di vista delle forniture essenziali per il funzionamento dei nostri ospedali, in queste settimane da Roma non è arrivato quasi nulla. Il livello di sottovalutazione è gravissimo. Non si è compreso che gli obiettivi strategici sono due: contenere il contagio al Nord; impedire la sua esplosione al Sud. In queste condizioni, ci avviamo verso una tragedia doppia. Il quadro riassuntivo, per noi, è contenuto in questo prospetto allegato.
    dati de lucaDopo aver creato decine di posti letto nuovi per la terapia intensiva, rischiamo di non poterli utilizzare per mancanza di forniture essenziali.
    Zero ventilatori polmonari; zero mascherine P3; zero dispositivi medici di protezione. A fronte di un impegno ad inviare in una prima fase 225 ventilatori sui 400 richiesti, e 621 caschi C-PAP, non è arrivato nulla.
    Questi sono i dati. E dunque, non si può non rilevarlo in maniera brutalmente chiara. So che la situazione è difficile per tutti. Non voglio alzare i toni. Ma non posso non dire che per quello che ci riguarda, ci separa poco dal collasso, se il Governo è assente.
    Mi auguro che almeno i numeri rendano evidente la drammaticità della situazione. Si rischia di vanificare un lavoro gigantesco che ci ha consentito di reggere, in una realtà della cui complessità non è il caso di parlare oltre, e di offrire anche al Paese una terapia farmacologica utile.
    Permanendo questa nullità di forniture, non potremo fare altro che contare i nostri morti".

  • Il Governatore della Campania si è rivolto al premier Conte, al fine di evitare nuovi esodi verso il sud dopo la chiusura delle attività produttive. Immediato decreto governativo: vietato lasciare il comune nel quale ci si trova

    redazione

    de luca vincenzo 2020 2La chiusura di diverse attività produttive prevista dal nuovo DPCM, prossimo ad essere pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, ha spinto il Governatore della regione Campania Vincenzo De Luca a contattare immediatamente il premier Conte: contenuto della telefonata un nuovo probabile esodo dalle regioni settentrionali verso il sud.