fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

agenti

  • Voleva cambiare cella. Al tentativo dei poliziotti di trattenere l’uomo, i due sono stati aggrediti. Non un caso isolato. Gli enti locali chiedono di attenzionare la situazione

    Ancora aggressioni nel carcere di Avellino. Un detenuto extracomunitario, condannato a 30 anni per gravi reati e già più volte recidivo, ha aggredito due agenti della polizia penitenziaria.

    Pare che l'uomo abbia dato in escandescenze a seguito del rifiuto delle autorità alle sue richieste di cambiare cella.
    Gli agenti hanno tentato di trattenerlo ed il prigioniero ha quindi cercato di divincolarsi attaccando e colpendo i due, che hanno riportato contusioni e prognosi di 7 e 4 giorni.

    Non è la prima volta che nel penitenziario della provincia irpina si verificano casi di rivolta. Appena pochi giorni fa un altro episodio.
    Gli enti locali sottolineano la criticità della situazione e chiedono maggiore sicurezza e controllo sull'istituto di pena.


  • La cerimonia nel giorno del 167° anniversario dell'istituzione della Pubblica Sicurezza. I nuovi segni identificativi dei gradi sono stati mostrati in anteprima al presidente Mattarella

    Ieri 11 luglio, giornata nella quale è ricorso il 167° anniversario dell’istituzione della Polizia di Stato, prima forza di Polizia, si è tenuta a Roma, presso il Palazzo della Consulta alla presenza delle più alte cariche istituzionali, primo fra tutti il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, la cerimonia ufficiale di presentazione dei nuovi distintivi di qualifica.