fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Nell'Agro nocerino sarnese la fabbrica che li produceva. L'indagine partita da un negozio di detersivi di Vallo della Lucania. Tutti denunciati per frode in commercio
finanzieri in ufficioSono oltre 3000 i flaconi di detergente per le mani, fraudolentemente spacciato per disinfettante, sequestrati dalla Guardia di Finanza di Salerno nel corso di recenti controlli.

Presso un negozio di detersivi di Vallo Della Lucania, i militari della locale Tenenza hanno individuato l’anti-settico “tarocco”, commercializzato con etichette che vantavano proprietà igienizzanti contro virus, batteri e funghi, senza alcuna indicazione, però, della necessaria certificazione del Ministero della Salute.
Il prodotto era stato peraltro registrato come “cosmetico”, categoria merceologica alla quale non è possibile attribuire alcuna funzione biocida in genere. Dopo aver sottoposto a sequestro i primi 150 flaconi, le Fiamme Gialle vallesi sono risalite alla società produttrice, con sede nell’Agro nocerino-sarnese, presso la quale i militari della Compagnia di Nocera Inferiore ne hanno rinvenuti e cautelati ulteriori tremila (già confezionati), oltre a 30.000 etichette adesive recanti attestazioni non veritiere.
Al termine dell’attività ispettiva, i titolari delle due attività commerciali sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per il reato di “frode nell’esercizio del commercio” e rischiano ora la reclusione fino a due anni o la multa per oltre 2000 euro.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca