fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

L'anziano frate francescano, che a ottobre avrebbe compiuto 99 anni, è stato stroncato dal Coronavirus. Era dal 2016, per motivi di salute, al convento di Santa Maria degli Angeli
padre Olimpio PettiÈ mancata ieri, ad oltre 98 anni, una figura carismatica del mondo cattolico dell'Agro nocerino-sarnese: padre Olimpio Petti, nato come Pasquale Petti il 20 ottobre 1921.

A stroncare l'anziano frate, morto nel convento di Santa Maria degli Angeli a Nocera Superiore, meglio noto come San Francesco al campo, è stato il Coronavirus.
Padre Olimpio, abile autista (aveva guidato fino a pochi anni fa la sua mitica Citroën 2cv nero-bordeaux) negli ultimi anni si recava, spesso, con la sua auto al convento delle suore di Portaromana, a Nocera Superiore, per la sua missione pastorale. Dal 1969 al 1979 era stato parroco del santuario Madonna dei Bagni, dove è ricordato con affetto.
Negli anni successivi padre Olimpio aveva ricoperto il ruolo di commissario provinciale dei Frati Minori e di padre guardiano dei conventi di Sarno e Nocera Superiore. Fino a che la salute glielo ha consentito celebrava la messa presso la chiesa di san Francesco in via Risi ad Angri, per poi ritornare a dormire e pranzare nel convento della Madonna dei Bagni. Dal 2016, per motivi di salute, venne trasferito al convento di santa Maria degli Angeli.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca