fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

In un momento di enorme difficoltà per l’intera collettività, abbiamo deciso di affidarci alle parole sincere dei più piccini per osservare la pandemia dai loro occhi

cor bimbiIl Coronavirus continua a mietere vittime, lo stop delle attività di produzione e di quelle commerciali ha mandato in grossa difficoltà economiche tante famiglie.

In un momento drammatico per il nostro paese proviamo, per qualche minuto, a far finta di tornare bambini. Abbiamo interpellato, perciò, i piccoli Isabella, Davide e Beatrice che, con la collaborazione preziosa dei genitori, ci hanno descritto il brutto sogno che stanno vivendo, con la semplicità e la naturalezza di chi, probabilmente, sta soffrendo maggiormente questa quarantena forzata.
Il messaggio di Isabella, 6 anni
La storia del Coronavirus
Questo Coronavirus stava in Cina ed è arrivato anche in Italia, purtroppo. Ha contagiato tutti. Dobbiamo evitare di stare insieme, perché ci fa ammalare. Dobbiamo stare a casa a guardare la tv, a giocare, a mangiare e anche a riposarci. Dobbiamo cercare di sconfiggerlo questo brutto virus perché sta facendo ammalare tutti!
cor bimbi 3
Il pensiero di Davide, 8 anni
Il Coronavirus è una malattia molto grave; la maggior parte delle persone muoiono, invece altre persone riescono a salvarsi. È una malattia molto contagiosa, meglio restare a casa. A me non piace questa situazione, perché non si può andare a scuola e da altre parti. Mi piace un po’ restare con mamma e papà che non vanno a lavoro, anche se qualche volta vorrei andare a scuola, che mi manca tanto insieme allo sport. Quando finisce tutto vorrei andare a fare un viaggio con mamma e papà, magari andare a mare e poi andare a trovare i nonni.
La più piccina di tutti, Beatrice 3 anni
Il Coronavirus è una brutta malattia che ti fa stare male. Dobbiamo sconfiggerlo restando a casa!


Tutti coloro i quali vogliono lasciare i messaggi dei propri figli, magari corredati da foto di disegni, possono farlo sulla posta della nostra pagina Facebook "Il Risorgimento Nocerino".

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca