fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Internet è uno strumento fondamentale per rimanere in contatto con il mondo. Ma non esistono solo i social e le chat. Scopriamo insieme come riempire le nostre giornate ...
di Valentina Milite
Coronavirus, cosa fare chiusi a casaSono trascorse ormai due settimane da quando, il 9 marzo è stato decretato in Italia lo stato d’emergenza epidemiologica e la conseguente quarantena per la popolazione su tutto il territorio nazionale, al fine di contenere il contagio da Covid-19.

Se per alcuni restare a casa è l’occasione per dedicarsi maggiormente alla famiglia e prendere una pausa dallo stress e dai ritmi frenetici che la routine quotidiana (cui solitamente siamo assoggettati) ci impongono, per altri risulta meno facile cambiare le proprie abitudini e trovare qualcosa da fare in questi giorni.
Abbiamo quindi pensato di stilare una lista di suggerimenti su come poter impiegare in casa questa nuova insolita quantità di tempo libero a disposizione, così anche da deviare per qualche momento l’attenzione dalla grave situazione sanitaria che stiamo vivendo e magari alleggerire l’animo per qualche ora.
Fortunatamente, a tal scopo, i mezzi oggi a disposizione (come gli innumerevoli dispositivi connessi ad internet, ormai presenti in quasi tutte le case), ci permettono di poter usufruire di un database praticamente infinito cui poter accedere e dove poter reperire strumenti utili.
Si può quindi:
- videochiamare amici, fidanzati, parenti, vicini di casa o conoscenti che sappiamo essere soli o vivere un momento di particolare disagio. Mai come nelle altre epoche i mezzi di comunicazione oggi ci permettono di sentirci vicini, anche se distanti. Utilizziamo al meglio questi strumenti per sentirci tutti meno soli. Per gruppi di amici si potrebbero ad esempio organizzare anche club del libro o del cinema o serie tv settimanali in videoconferenza, sessioni di gioco tramite piattaforme videoludiche digitali o console connesse alla rete.
- cercare ed iniziare a seguire podcast online su argomenti che ci interessano (economia, politica, cultura, arte… oggi online se ne trovano di tutti i tipi e per tutti i gusti).
- ascoltare musica nuova (aprirsi a nuovi generi, mondi e culture per farsi sorprendere da immagini e sensazioni nuove che possono ispirarci).Coronavirus, cosa fare chiusi a casa
- guardare spettacoli teatrali o opere liriche online (ci sono interi canali ufficiali su YouTube dedicati alla riproduzione di questi spettacoli).
- guardare documentari e video rilassanti (personalmente ad esempio trovo molto rilassante guardare video sulla costruzione di acquari e giardini zen giapponesi o documentari di animali; ma c’è chi predilige gli ormai noti video ASMR o guardare video di cucina o restauro o ci sono anche innumerevoli ragazze e ragazzi che si dedicano al make-up. Anche questo potrebbe essere un modo per trascorrere un paio d’ore occupati, e se anche alla fine doveste fare un disastro, poco importa, tanto bisogna restare in casa! Se invece il risultato dovesse piacervi, potreste sempre approfittarne per farvi qualche foto da mandare al vostro lui o la vostra lei ed allietare per qualche momento anche a loro la quarantena!).
- viaggiare con la mente guardando video di Paesi sconosciuti (da mettere in lista per poterli visitare una volta che la quarantena sarà finita), ma anche dei tanti bei borghi, monti e località turistiche della nostra bella Italia che spesso anche se vicini, non conosciamo.
- seguire corsi online per apprendere le basi di una nuova lingua, da approfondire una volta terminata la quarantena. Magari iniziare imparando un nuovo alfabeto, diverso dal nostro, come il cirillico, o esplorando arti nuove come il disegno dei caratteri cinesi o kanji giapponesi o dell’arte della scrittura araba.
- visitare musei virtuali (Il ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo ha messo a disposizione sul proprio sito uno spazio, #iorestoacasa, che raccoglie iniziative virtuali, pagine web e post social per invitare gli italiani a visitare, tramite la realtà virtuale appunto, spazi museali e collezioni artistiche in tutta Italia; perché anche in questo momento non ci si disabitui alla bellezza. Vi sono poi innumerevoli musei nel mondo che permettono di esplorare le proprie sale espositive con tour virtuali da casa. C’è quindi solo l’imbarazzo della scelta).Coronavirus, cosa fare chiusi a casa
Se invece prediligete attività che non richiedano una connessione web, ma da poter fare in casa, magari con la famiglia, si può:
- rispolverare quei tanti libri comprati e magari sfogliati, ma mai letti che giacciono nelle nostre librerie. È sicuramente questo il momento giusto per dedicare un po’ di tempo a noi stessi ed evadere immergendoci nella lettura. E se proprio a casa non avete nulla che stuzzichi il vostro interesse, online ci sono ormai molte biblioteche libere e gratuite con libri in formato digitale cui poter accedere in versione integrale o anteprima, consultabili online o anche da scaricare sul vostro ebook reader (ad esempio google books o wikisource).
- fare giochi di società in famiglia. Chi non ne ha in casa? Scarabeo, Cluedo, Risiko, Monopoli; a casa mia abbiamo giocato persino ai giochi di Natale: tombola e Sinco! E se proprio non ne avete, perché non riproporre quelli classici, da fare anche coi bambini come “Nomi, cose, città” o “battaglia navale”?
- dedicarsi ad attività che possono intrattenere i bambini e rilassano lo spirito degli adulti, come: fare origami, dedicarsi al bricolage, al decoupage, al disegno, la pittura, la calligrafia, la scrittura.
- limitatamente agli adulti, concentrarsi in piccoli lavoretti domestici (magari rimandati da tempo), di idraulica, falegnameria, manutenzione, piccoli restauri e così via.
- fare sport in casa e/o concentrarsi sulla meditazione o per chi crede, la preghiera (per rilassare e rinforzare corpo e spirito).
- riordinare. È ormai comprovato il potere distensivo del riorganizzare e riordinare i nostri oggetti. Non a caso negli ultimi anni sono diventati best seller libri come quello dell’autrice giapponese Marie Kondo, “Il magico potere del riordino” in cui espone il suo celebre metodo KonMari.
- cucinare cose nuove (ricordandoci di seguire sempre una dieta salutare e bilanciata, privilegiando cibi come frutta e verdura che possono aiutare il nostro sistema immunitario ed evitando di eccedere con zuccheri e grassi, vista la poca attività fisica che si svolge in questo periodo)
- organizzare serate cinema in famiglia. A casa mia ad esempio in estate montiamo il proiettore in giardino e guardiamo film. L’altra sera abbiamo fatto lo stesso, ma in salotto, ognuno rigorosamente a distanza, sul proprio divano. Un modo comunque, per organizzare una serata diversa in casa, insieme.Coronavirus, cosa fare chiusi a casa- restare con i nostri animali. Chi ha in casa un cane, un gatto, un coniglio o qualsiasi altro animale da compagnia, sa bene quanto possa essere terapeutica contro lo stress, la loro vicinanza. Approfittiamo di questo tempo in casa per coccolarli e farci coccolare da loro, che ricordiamolo, non sono veicolatori del virus.
-fare bird watching o fotografare gli animali e le piante dei nostri giardini. Ed infine, per chi ha la fortuna di avere un giardino, si può in questi giorni di inizio primavera, uscire ad osservare la flora e la fauna che si sta risvegliando. Nel mio giardino ad esempio vengono spesso uccelli a mangiare i semi che lascio loro in giro e cominciano a fare capolino le lucertole ed i gechi sulle pareti esterne. I fiori e le piante sono in boccio e mostrano a pieno i colori della primavera. Stanno ritornando le api e le farfalle sui fiori e le zagare dell’arancio di fronte la cucina. Sembra quasi che la natura fuori si rigeneri in corrispondenza della nostra temporanea segregazione domestica.
Speriamo che questo tempo di momentanea restrizione della nostra libertà, serva a tutti per tornare ad apprezzare le piccole cose che spesso abbiamo dato per scontate ed imparare a difenderle e preservarle, non solo quando ci sono negate, ma sempre, augurandoci che questa emergenza passi presto, nel migliore dei modi, per tutti.
Nel frattempo, occupiamo quindi il tempo come possiamo, tenendoci compagnia, in famiglia, al sicuro, nelle nostre case.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca