fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

La Polizia chiude due pasticcerie nella città capofila dell’Agro. A Sarno scatta la denuncia per il gestore di un circolo ricreativo e per alcune persone che si erano intrattenute al suo interno

di Redazione

Nella mattinata, nel Comune di Nocera Inferiore, la Polizia di Stato ha controllato due pasticcerie i cui titolari erano intenti a produrre le cosiddette “zeppole di San Giuseppe”. I responsabili delle predette attività sono stati denunciati ai sensi dell’art. 650 del c.p. per avere violato il Decreto della Presidente del Consiglio dei Ministri 11 marzo 2020 in materia di misure di contenimento della propagazione della epidemia da coronavirus (COVID-19), nonché segnalati alla Prefettura ai sensi dell’art.15, comma 1, del D.L. n.14/19 per la prevista chiusura dell’attività.

Nell’ambito del medesimo servizio di prevenzione, inoltre, è stato rintracciato il pluripregiudicato F.V. che non è stato in grado di giustificare la sua presenza in strada. Lo stesso è stato deferito all’Autorità Giudiziaria ai sensi dell’art. 650 c.p. Nella serata di ieri, nel Comune di Sarno, la Polizia di Stato ha accertato che all’interno di un circolo ricreativo di quel centro cittadino n. 2 persone, unitamente al titolare, si intrattenevano a chiacchierare seduti intorno ad un tavolino senza alcun giustificato motivo. I soggetti individuati venivano pertanto denunciati ai sensi dell’art. 650 del c.p. per avere violato il suindicato Decreto. Al gestore del circolo veniva, altresì, notificato il verbale di accertamento per l’applicazione della sanzione della chiusura dell’esercizio.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca