fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Immediato l'effetto della disposizione, che colpisce medicinali notissimi come il Buscopan: conterrebbero prodotti potenzialmente cancerogeni. Si consiglia chi li usa a rivolgersi subito al proprio medico per un'alternativa

buscopan

L’Aifa a seguito del ritiro diretto di 195 farmaci con ranitidina forniti dalla ditta indiana Saraca Laboratories, per la presenza di eccipienti potenzialmente cancerogeni, ha disposto in via precauzionale, il divieto di somministrazione e assunzione di alcuni lotti di farmaci contenenti lo stesso principio attivo (ranitidina) utilizzato per la cura di bruciore di stomaco, reflussi e ulcere.

Il motivo del ritiro dal mercato dei farmaci contenuti nel primo elenco è la presenza di un’impurezza denominata N-nitrosodimetilammina (NDMA) appartenente alla classe delle nitrosammine, già rilevata nel 2018 in una classe di farmaci anti-ipertensivi (sartani). L’elenco diffuso dall’Aifa contiene 516 lotti di vari farmaci: dal Raniben in compresse a Ulcex in compresse, e ancora Ranitidina Eg 300 mg, Ranibloc, e anche Buscopan antiacido, compresse effervescenti da 75 mg, di cui sono 12 i lotti da non utilizzare. E poi lo Zentiva, lo Zantac, l’Hexal iniettabile, il Ranidil in fiale, compresse e sciroppo. La ranitidina è uno dei due antagonisti dei recettori H2 istaminergici, strettamente associati alla secrezione acida gastrica, attualmente in uso. Trova impiego terapeutico nell’ulcera gastrica, nel reflusso gastroesofageo, nel bruciore di stomaco e di altre condizioni associate a ipersecrezione acida. Nella sindrome di Zollinger-Ellison (forma tumorale delle cellule che regolano la secrezione di acidi gastrici e che provocano come conseguenza il formarsi di gravi ulcere gastriche e duodenali) e come sussidio alla terapia con antinfiammatori non steroidei. L’elenco completo dei farmaci, sia quelli ritirati che quelli al momento vietati è disponibile sul sito dell’Agenzia del Farmaco. Nell’attesa di ricevere l’esito di analisi più approfondite, Sanofi (casa farmaceutica)precisa che Buscopan Antiacido non è oggetto di disposizione di ritiro di lotti da parte di AIFA e che è l’unico prodotto dell’azienda della gamma Buscopan potenzialmente implicato.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca