fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Nel quartiere Pastena, in via Vestuti, gli agenti della locale Sezione Volanti hanno sorpreso due malviventi che avevano da poco svaligiato un appartamento. Uno dei due è riuscito a scappare, mentre l'altro è stato tratto in arresto

di Redazione

Gli agenti della Polizia di Stato dell’Ufficio Prevenzione Generale – Sezione Volanti hanno arrestato in flagranza di reato nel pomeriggio di ieri, 13 settembre, un uomo responsabile di furto all’interno di una abitazione nel quartiere Pastena.

Una pattuglia delle Volanti, durante il servizio di controllo del territorio notava, in via Guido Vestuti, due individui di sesso maschile, camminare a passo veloce; l’attenzione degli agenti veniva attirata dal fatto che uno di essi calzava dei guanti da lavoro di colore nero. Prontamente gli operatori bloccavano l’auto di servizio al fine di procedere al controllo degli stessi. I due, alla vista della Polizia, si davano a precipitosa fuga. Gli agenti immediatamente si ponevano all’inseguimento ma uno dei due riusciva a dileguarsi nelle strade adiacenti, mentre l’altro si nascondeva tra gli arbusti della vegetazione nei pressi di alcuni locali semiabbandonati. Dopo alcuni minuti, l’uomo veniva sorpreso dai poliziotti mentre, pensando di non essere visto, tentava di allontanarsi nuovamente dal suo nascondiglio improvvisato. Gli immediati accertamenti svolti sul posto hanno permesso di appurare che i due si erano resi responsabili di un furto in un appartamento, sito al terzo piano di uno stabile prospiciente la strada dove i soggetti erano stati notati dalla pattuglia della Polizia. Gli agenti sono riusciti così a recuperare l’intera refurtiva, consistente in alcuni oggetti in oro, che i malviventi avevano nascosto tra la vegetazione, e hanno sequestrato uno zaino di colore nero nel quale erano presenti oggetti atti allo scasso e strumenti specifici per l’apertura di porte blindate. L’uomo arrestato, identificato per E.F. di anni 41, originario del napoletano, pluripregiudicato per reati specifici, è stato trattenuto negli uffici della Questura a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa della celebrazione del rito direttissimo. Sono in corso le ricerche dell’altro complice

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca