fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

L'iniziativa, organizzata con il patrocinio del Comune metelliano, è a favore della Fondazione Comunità Salernitana, per sostenere progetti di llavporo che coinvolgano persone con disagio e disabilità

Domani, 21 giugno, alle 20:30, al complesso monumentale di San Giovanni a Cava de’ Tirreni avrà luogo MusicArtFood. L’iniziativa, che ha finalità di beneficenza, è organizzata dai giovani imprenditori di Confindustria Salerno in collaborazione con i giovani dell’Ance-Aies e con il patrocinio del Comune di Cava de’ Tirreni.

Si svolgerà a favore della Fondazione Comunità Salernitana, per sostenere progetti finalizzati all’inserimento o al reinserimento nel mercato del lavoro di persone con disagio e disabilità.
L’evento, oltre allo scopo benefico, vuole essere un’occasione per promuovere e valorizzare le eccellenze locali in ambito enogastronomico. Radunando più chef e produttori vinicoli, la serata permetterà agli ospiti di gustare e assaggiare vini e piatti raccontati e commentati direttamente dagli chef.
«MusicArtfood, giunto alla sua quinta edizione – ha affermato il presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Salerno, Pasquale Sessa - conferma lo spirito benefico destinando i fondi raccolti alla Fondazione Comunità Salernitana al fine di favorire l’inserimento lavorativo, in forma stabile e qualificata, di persone svantaggiate che si declina in una specifica programmazione finalizzata all’acquisto di beni strumentali necessari a favorire l’occupazione di soggetti svantaggiati. Siamo convinti che questa nuova strategia di sviluppo possa sperimentare modelli capaci di valutare gli effetti di nuovi approcci e nuove modalità di attuazione delle politiche attive che favoriscano l’integrazione lavorativa di soggetti svantaggiati».
«“L’estate che sa di buono” – ha dichiarato il sindaco di Cava de Tirreni Vincenzo Servalli - quando un gruppo di persone ha la sensibilità, in un periodo in cui il pensiero è rivolto al divertimento e alle vacanze, di interessarsi alla condizione di quanti invece vivono nella difficoltà, nel disagio e nella disabilità. E ancor di più quando sono i giovani a rendersi attivi nella solidarietà, come il Gruppo dei Giovani Imprenditori di Confindustria Salerno. Li ringrazio veramente di cuore per questa iniziativa e per aver scelto la nostra città per organizzare il galà di beneficenza a favore della Fondazione della Comunità Salernitana, altro esempio di filantropia e della promozione della cultura del dono. Un valore di straordinaria rilevanza in una società dove sempre di più cresce il divario tra il benessere e la vera è propria indigenza e povertà».

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca