fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Pin It
Lunedì summit in Prefettura per evitare di perdere altri posti di lavoro. Il caso scoppiato con una delibera del Commissario in carica nel 2014. Malangone (Uil fpl): «Vogliamo risposte!»
Si proverà a trovare l'intesa per la tanto auspicata fumata bianca in merito alla vertenza che riguarda i lavoratori di Villa dei Fiori a Nocera Inferiore.
Lunedì 6 maggio, alle 9:30, in Prefettura a Salerno, i vertici dell'ufficio territoriale di Governo incontreranno i sindacati, i dirigenti del Comune di Nocera Inferiore, i manager dell'Asl e i proprietari della struttura per provare a chiudere un contenzioso che va avanti da tempo.
«L'Asl di Salerno e il sindaco di Nocera Inferiore dovranno dare risposta su quello che sta succedendo in questa struttura -, ha dichiarato Antonio Malangone della Uil Fpl provinciale che, insieme ad Antonio De Sio della Cisl Fp segue la vertenza - Ci auguriamo di non perdere ulteriori posti di lavoro. La riconversione col decreto del Commissario ad Acta 116/14  prevede che saranno messi in residenza sanitaria assistenziale 47 utenti e ciò provocherà il ridimensionamento del personale. La proprietà non ha accettato il decreto ritenendolo illegittimo e chiede di poter accedere ai posti come da delibere della ASL, e sono tanti. Per tale motivo si impegna a costruire padiglione per questa utenti. In Prefettura cercheremo di far considerare la nostra richiesta agli organi competenti».
Pin It

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca