fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Subito domato e senza conseguente per i degenti l’incendio sviluppatosi la scorsa notte all’interno della struttura. Non è ancora stato accertato se si tratti di un rogo doloso o di scarsa manutenzione

«La magistratura e l'Asl Salerno facciano chiarezza sull'incendio avvenuto in nottata all'ospedale di Nocera Inferiore. Solidarietà al personale della struttura e ai pazienti evacuati dai reparti. Chi ha sbagliato deve pagare».

Così la Fials di Salerno ha commentato il rogo della scorsa notte all’Umberto I,  che poteva avere conseguenze ben più gravi all'interno della struttura ospedaliera. «Ringrazio il personale e i Vigili del fuoco  - ha dichiarato il segretario provinciale - che hanno domato le fiamme e riportato la situazione alla normalità in poco tempo. Ma la questione non può finire nel dimenticatoio come sempre. Vanno accertate le responsabilità di chi ha causato tutto questo». Da qui, la richiesta della Fials a magistratura e Asl salernitana di due inchieste sul caso. «Auspico che la Procura faccia quanto di propria competenza e mi auguro anche che l'Azienda sanitaria dia avvio a un'indagine interna. Se c'è una persona fisica dietro questo corto circuito al quadro elettrico di un'apparecchiatura è bene che capisca la portata di quanto stava accadendo. Se invece dalla relazione dei Vigili del fuoco emergere una scarsa manutenzione delle strumentazioni in uso all'ospedale nocerino vorrei che a chiarire le proprie responsabilità siano i rappresentanti delle istituzioni che, quotidianamente, dicono di avere a cuore il futuro della sanità salernitana e quindi anche l'ospedale di Nocera Inferiore».

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca