fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Al limite dell’indecenza la situazione in alcune zone della città,  e si scatena la protesta di chi la raccolta la fa nei modi e nei giorni giusti. Accuse all’amministrazione di inefficienza nei controlli

Con l’ordinanza sindacale numero 70 del 16 novembre 2018, è stato modificato l’importo delle sanzioni che saranno applicate dagli organi di vigilanza in caso di conferimenti non conformi a quanto stabilito dal sistema di raccolta differenziata con il metodo “porta a porta”. Qui di seguito le norme rispetto alle nuove sanzioni previste riportate dall’ordinanza:


“il mancato o non corretto conferimento dei rifiuti rispetto a quanto stabilito dalle disposizioni comunali vigenti è punito con una sanzione pecuniaria da un minimo di €. 250,00 ad un massimo €. 1.500,00 (ai sensi dell'art. 16 della Legge nr.689/81. È  ammesso il pagamento nella misura ridotta pari alla terza parte del massimo o, se più favorevole, al doppio del minimo, ovvero €. 500,00) ovvero con una sanzione pecuniaria da un minimo di 500,00 €  ad un massimo di 3.000,00 € (ai sensi dell'art. 16 della Legge nr. 689/81: è ammesso il pagamento nella misura ridotta pari alla terza parte del massimo o, se più favorevole, al doppio del minimo, ovvero 1.000,00 € se la violazione è commessa da cittadino non residente). In entrambi i casi saranno addebitate in aggiunta le spese di procedimento e di accertamento, entro il limite di 60 (sessanta) giorni dalla contestazione immediata o notificazione dell'atto all'/agli interessato/i, fatta salva l'applicazione di altre norme preordinate al contrasto di illeciti penali e amministrativi.”
Sono in molti ad auspicarsi che le sanzioni possano riportare la normalità in una città dove la situazione igienica sta diventando pericolosa e intollerabile per i nocerini che la differenziata la fanno a regola d’arte.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca