fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Una giornata infernale per tutto il centro-sud d’Italia a causa di raffiche e maltempo. Nella città capofila dell’Agro i notevoli disagi hanno spinto il sindaco ad insediare il Presidio di Protezione civile comunale

 

di Nello Vicidomini

L’intera regione è sotto la morsa del vento dalla scorsa notta, con raffiche che hanno superato anche i cento km/h. Nel pomeriggio la situazione è addirittura peggiorata nell’Agro Nocerino-Sarnese e in tutta la provincia.

Intorno alle 16 a Nocera Inferiore il vento ha causato il cedimento della copertura d’asfalto del tetto della scuola media “Solimena”. Nelle stesse ore in via Nicola Bruni Grimaldi, nei pressi della stazione ferroviaria, uno strato d’asfalto è venuto giù da un capannone finendo al centro della carreggiata, fortunatamente senza colpire auto di passaggio. danni vento 1Danni anche al rione Calenda, dove ancora materiale di copertura di un tetto ha travolto un lampione e bloccato l’incrocio tra via Raffaele Grimaldi e via Dei Sarrasti e dove un albero si è letteralmente accasciato lungo via Atzori. Impalcature sono state tirate giù dal vento in via Origlia e via Gambardella, al Casale Nuovo. Problemi si sono avuti anche in periferia e in tutte le altre strade cittadine, con rami e cumuli di materiali più diversi che sono finiti sulle carreggiate. danni vento 3Il vento non ha risparmiato neanche piazza Diaz: qui un albero si è spezzato cadendo tra le panchine che sono solitamente affollate da bambini. Quest’oggi, per fortuna, però, non c’erano passanti e non ci sono stati feriti. La pericolosità della situazione, che ha visto duramente a lavoro la Polizia Locale, la Protezione civile ed i Vigili del Fuoco del reparto di Nocera Inferiore, ha spinto il sindaco Manlio Torquato ad insediare il Presidio di Protezione civile comunale, sebbene non sia stata diramata alcuna allerta specifica dalla Protezione civile della Regione Campania. danni vento 4Il primo cittadino, attraverso un post sul suo profilo social, ha invitato la popolazione nocerina «alla massima cautela e a non uscire di casa se non per estrema necessità». Allo stesso modo ha invitato alla rimozione da terrazze e balconi di oggetti che potrebbero cadere per il forte vento.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca