fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Domenica a Salerno un convegno sui nuovi servizi offerti agli utenti: a quelli già innovativi come la prenotazione di visite specialistiche negli ospedali, il pagamento del ticket, la misurazione del diabete, se ne aggiungeranno altri

Il farmacista è sempre considerato dal cittadino il punto di riferimento a cui chiedere un consiglio sulla propria salute. E la fiducia nei suoi confronti resta elevata. Non lo dicono soltanto le statistiche ma la quotidianità. Questo grazie alla capillarità delle farmacie.

È sempre valida la suggestiva immagine dei punti cardine di una comunità, il carabiniere, il parroco e il farmacista. Entra in gioco anche il rapporto, quasi confidenziale, che si crea tra il cittadino ed il professionista. Ma qualcosa sta cambiando. La farmacia da luogo dove comprare i farmaci è diventata un presidio sanitario in grado di rispondere ai bisogni delle persone. Sempre più spesso gli utenti trovano in farmacia nuovi servizi come la prenotazione di visite specialistiche negli ospedali, il pagamento del ticket, la misurazione del diabete, campagne di prevenzione. Ma c’è ancora tanto altro. Per approfondire questi temi domenica 28 ottobre nel Salone Bottiglieri di Palazzo Sant’Agostino, sede della Provincia di Salerno, alle 10, Federfarma Salerno ha organizzato il convegno “La Farmacia italiana alla sfida del cambiamento: nuove competenze professionali, aspettative e prospettive”. Ai lavori parteciperanno il presidente della Giunta regionale della Campania Vincenzo De Luca, il presidente nazionale di Federfarma Marco Cossolo, il presidente di Utifar e coordinatore del Centro studi di Federfarma Eugenio Leopardi, il presidente di Promofarma e di Federfarma Campania Nicola Stabile, il consulente per la Sanità della Regione Campania Enrico Coscioni, il dirigente del Dipartimento della politica del farmaco della Regione Campania Ugo Trama, il presidente dell’Ordine di Salerno Ferdinando Maria de Francesco. I lavori saranno aperti dal presidente di Federfarma Salerno Dario Pandolfi. Interverranno inoltre il presidente della Provincia Giuseppe Canfora e il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca