fbpx

L'associazione Siniscalchi attiva ha protocollato al Comune un documento con 534 firme per non sopprimere il transito sui binari: «È di grande utilità ai cittadini»

Sono ben 534 le firme depositate ieri mattina al Comune per evitare la chiusura del passaggio a livello di via Siniscalchi. A mobilitare i cittadini nella zona, che lo ritengono utile per recarsi presso l’ospedale Umberto I, l'associazione Siniscalchi Attiva.

«Il passaggio a livello in questione - spiega il direttivo dell'assocciazione - è utilizzato costantemente da molti cittadini anche per recarsi al centro della città, oltre che per tagliare strada per l'ospedale. Ci opponiamo ad una eventuale chiusura, perché creerebbe non poco disagio non solo ai residenti del quartiere ma anche a tutti coloro che per lavoro o necessità ritengono fondamentale l’uso di tale passaggio. Abbiamo anche protocollato - continuano Carmine Califano (presidente dell'associazione), Doriana Ferrara (vicepresidente), Cristina Maiorino (segretario), Daniele Oliva (tesoriere) e i consiglieri Gerardo Rosanova e Alfonsina Gentile - anche una richiesta di incontro chiarificatore con l’assessore di competenza, Anna Rita Pagliara, e un delegato alle ferrovie dello Stato».