fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

L'ispettore onorario ai beni culturali e noto storico ha consegnato al direttore del Risorgimento Nocerino l'intera collezione del suo periodico "La Cittanova". Vi scrisse anche Manlio Torquato

Un grande dono alla città di Nocera Inferiore. È quello che ha fatto ieri il professor Antonio Pecoraro, noto storico nocerino, copresidente del Comitato che promuove il referendum per la riunificazione delle due Nocera ed ispettore onorario ai beni culturali, consegnando al direttore del Risorgimento Nocerino, Gigi Di Mauro, l'intera collezione del suo periodico "La Cittanova".

Si tratta del mensile che, dal 1979 al 1990, rappresentò una testata indipendente di Nocera Inferiore, dalla concezione alternativa e affatto bacchettona, i cui interessi unici erano denunciare le cose che non andavano e promuovere l'identità di un territorio importante quale quello che fu "Nocera dei Pagani", con il sogno tutt'altro che segreto di recuperarne l'unità amministrativa. Ed infatti si presentava come "Il mensile per Nocera, il suo Agro e un po' più oltre".
Un progetto trasversale che, in tempi in cui le ideologie erano forti e sentite nel profondo, fu capace di mettere insieme energie di destra e di sinistra animate da un obiettivo comune. Tantissimi i nomi oggi ben noti che vi collaborarono: i giornalisti Carlo Meoli, Maurizio D'Elia, Salvatore De Napoli, ma anche il nostro direttore Gigi Di Mauro. E nomi della cultura nocerina come il professor Raffaele Pucci, il professor Alfonso Fresa, che è stato il vero "riscopritore" insieme al fratello Matteo dell'antica Nuceria, politici come Lino Picca, giovani impegnati come l'attuale docente del liceo "Sensale" Adelina Tirelli, il dottor Giancarlo Di Serio, sostenitore del Comitato pro Referendum per riunificare le due Nocera.
Ma anche un giovane con la passione del giornalismo che, nel frattempo, si stava avviando alla carriera di avvocato: il nostro attuale sindaco Manlio Torquato, che si trovò a denunciare problemi che oggi, a distanza di 28 anni, sono ancora irrisolti e deve affrontare da primo cittadino. Uno per tutti: l'altissimo inquinamento dell'aria di Nocera Inferiore di cui scriveva a giugno del 1990.
«Sarà emozionante ricondividere con i nostri lettori una parte importante di vita cittadina - dichiara il nostro direttore Gigi Di Mauro - ed è impressionante constatare come tante cose allora denunciate sono ancora lì, irrisolte. Credo sarà emotivamente coinvolgente anche per gli autori di allora rivedere i loro scritti. Non posso che ringraziare Antonio Pecoraro per il privilegio che ci ha concesso con il suo dono».

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca