fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Pin It

Pubblicata la graduatoria delle quattordici persone che hanno superato le prove. Il sindaco De Maio: «Saranno una risorsa importante per la città»

comune pittatoSono quattordici i volontari che hanno conseguito positivamente le prove previste per acquisire il ruolo di ispettore ambientale a Nocera Inferiore.

La figura, prevista dal Regolamento di Igiene Urbana, è istituita a tutela del territorio e dell’ambiente, per la prevenzione, la vigilanza ed il controllo del corretto funzionamento, gestione, raccolta e smaltimento dei rifiuti, al fine di concorrere alla difesa del suolo, del paesaggio e alla tutela dell’ambiente nel territorio comunale. Cinquantacinque gli aspiranti candidati, per lo più tra i 30 e i 40 anni, che avevano risposto all’Avviso Pubblico. Gli ammessi alla procedura hanno partecipato ad un corso di formazione di 36 ore. Hanno avuto accesso alla prova finale, perché regolarmente frequentanti, in quindici.
«Gli Ispettori ambientali si occuperanno anche del monitoraggio del sistema di videosorveglianza per individuare conferimenti non in regola» spiega l’assessore all’Ambiente, Massimiliano Mercede. L’Ispettore ambientale volontario comunale dovrà assicurare almeno 10 ore di servizio ogni mese, comunicando con preavviso mensile la disponibilità delle giornate e gli orari.

conflitti in famiglia

L’Ispettore ambientale è ammesso all’esercizio delle sue funzioni dopo aver prestato giuramento innanzi al Sindaco. Tale data è ancora da stabilirsi. Agli Ispettori sarà rilasciato apposito tesserino di riconoscimento, l’espletamento del servizio è a carattere volontario e gratuito, della durata di un anno e rinnovabile.
«Dopo un percorso formativo rigoroso, abbiamo a disposizione un’importante risorsa per la città, che ci aiuterà a far rispettare le regole per una città più pulita e rispettosa dell’ambiente» dichiara invece il sindaco Paolo De Maio.

Pin It

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca