fbpx

L’Amministrazione ha deliberato l’apposizione di altri stalli per donne incinta e madri di bimbi di età non superiore a due anni. I cittadini chiedono controlli più severi

parecheggio rosaTrentasei nuovi “parcheggi rosa” saranno presto realizzati nel territorio di Nocera Inferiore.

Lo ha stabilito la Giunta comunale, che ieri ha deliberato l’atto di indirizzo per il contributo del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti previsto per i Comuni. Di concerto con la Polizia Locale sono state individuate le aree in cui prevedere i nuovi stalli, nei pressi di servizi essenziali o in prossimità a luoghi di interesse per i più piccoli. Si tratta di via Cabrera, via Fucilari, rione Calenda, via Giovio, via Fava, via Siniscalchi, via Dentice d’Accadia, via Correale, via Gramsci, via Petrosini, via Papa Giovanni XXIII, via Cucci, via Vescovado, via Iodice, via De Nicola, via Marconi, via Cafiero, piazza Cicalesi, via D’Alessandro, via Loria, piazza Zanardelli, via N. Bruni Grimaldi, Fast Park, via Rea, via Sarajevo, via Falcone, via E. Siciliano, via Libroia e via Giordano.

boom indirizzo

Il rispetto per gli spazi dedicati alle donne incinta o alle madri di bimbi di età non superiore a due anni dipenderà certamente dalla civiltà e dal rispetto delle regole dei cittadini ma anche dai controlli degli agenti della Municipale. Proprio in tal senso la città pretende maggiore rigore e presenza, soprattutto dopo l’assunzione di dieci nuove unità, che certamente non risolvono il problema della carenza di personale ma vanno a rinforzare l’organico. Il servizio garantito durante il fine settimana non è sufficiente, soprattutto se consiste quasi esclusivamente in appostamenti di tre o quattro uomini nei pressi di Palazzo di Città; le periferie sono abbandonate al loro destino e al centro le cose non  vanno certamente meglio, visto che le sole multe su via Garibaldi e via Barbarulo non possono ritenersi sufficienti. Risulta difficile persino segnalare criticità al comando, visto che le linee risultano quasi sempre occupate o addirittura irraggiungibili. Risolvere completamente il problema con le forze a disposizione è impossibile, nonostante l’ottimo approccio del sindaco De Maio, ma i cittadini certamente chiedono maggiore impegno e uno sforzo maggiore a tutte le parti in causa.