fbpx

Nuove prove di infedeltà per l’ex dirigente del municipio Nunzio Ariano, già condannato in primo grado per altri episodi. La somma sequestrata riguarda un falso conteggio su lavori effettuati

È di 31.409 euro la somma sequestrata dalla Guardia di Finanza, su mandato emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Torre Annunziata, a un imprenditore oplontino titolare della ditta Edil AGL. Nel mirino delle Fiamme Gialle i lavori di manutenzione degli infissi e di bonifica, mediante pitturazione, dell’asilo nido di Via Parini – Ambito n.30.


Per quei lavori, per i quali una tangente da 2000 euro è stata corrisposta all’ex dirigente del municipio Nunzio Ariano, già condannato in primo grado per altri episodi, il Comune, nel gennaio 2021, aveva liquidato all’imprenditore la somma di € 40.795, utilizzando i fondi regionali per la gestione e la manutenzione degli asili nido, mentre i lavori effettivamente eseguiti dalla ditta affidataria degli stessi avevano un valore complessivo di € 9.386,16, in tal modo consentendo all’imprenditore di conseguire un ingiusto profitto di € 31.409, con corrispondente danno del Comune e della Regione. Le indagini hanno consentito di accertare una pluralità di condotte poste in essere, nell’occorso, dagli amministratori e dai funzionari del Comune di Torre Annunziata non conformi ai principi di legalità e trasparenza cui dovrebbe essere informata l’azione della Pubblica Amministrazione, che hanno consentito la perpetrazione della truffa. Le indagini hanno posto in rilievo l’esistenza di un esacrabile degrado nell’ambiente del Comune di Torre Annunziata.

boom indirizzo